Sei qui: Home » Libri » Librerie » Daniele Grassucci di Skuola.net, ”Leggere libri e giornali dà una marcia in più ai maturandi”

Daniele Grassucci di Skuola.net, ”Leggere libri e giornali dà una marcia in più ai maturandi”

Le prove uscite lunedì per i ragazzi della scuola media confermano l’importanza della lettura. In queste prove, è stato proposto la lettura di un articolo di giornale uscito sul sito web di un quotidiano dove si parlava di Harry Potter...

Il responsabile contenuti di Skuola.netfornisce alcuni utili consiglida rivolti a tutti i maturandi

 

Le prove uscite lunedì per i ragazzi della scuola media confermano l’importanza della lettura. In queste prove, è stato proposto la lettura di un articolo di giornale uscito sul sito web di un quotidiano dove si parlava di Harry Potter e di come sia riuscito ad avvicinare tanti ragazzi alla lettura.  Nessuno studente di scuola media poteva immaginarlo.

Leggere fa sempre bene, soprattutto quando ci si deve preparare agli esami. Allo stesso modo i maturandi per la prova d’Italiano, e in particolare per quanto riguarda i saggi brevi, si trovano a dover maneggiare dei  testi che non sono i grandi saggi letterari, ma articoli di giornali.

Risulta importante informarsi quotidianamente, leggendo libri e giornali, secondo le proprie passioni ed il tempo disponibile. Questo tipo di abitudine aiuta poi i maturandi ad affrontare questo tipo di impegni.

Se non si è coltivata questa abitudine nel tempo, è difficile che possa risultare efficace alla vigilia degli esami. Però sicuramente la dove non si vuole fare l’analisi del testo e si vuole puntare su un saggio breve, è consigliabile come forma di svago leggere deli articoli di giornale, in particolare per comprendere come vengono redatti e scritti.

Ad un maturando, la notte prima degli esami consiglierei di leggere un libro autobiografico. Uno su tutti “…Però, Zanardi da Castelmaggiore”. Un libro che ti insegna ad affrontare la vita con ottimismo. Spesso oggi si tende a demoralizzarsi, soprattutto di fronte ad impegni e difficoltà, mentre i giovani d’oggi non sanno la grande fortuna che hanno davanti a loro. Ecco che quindi un libro come questo aiuta ad affrontare la vita con ottimismo.

18 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata