Da Obama a Zuckerberg, ecco cosa leggono le persone di successo

Una domanda che spesso ci si pone è che cosa stia dietro il successo di tanti personaggi di fama internazionale, dalla politica, all'economia, alla cultura...
Dal presidente degli Stati Uniti al fondatore di Facebook, l’Huffington Post raccoglie le letture più amate da vip e grandi personaggi di successo

MILANO –  Una domanda che spesso ci si pone è che cosa stia dietro il successo di tanti personaggi di fama internazionale, dalla politica, all’economia, alla cultura. Sicuramente si tratta di persone intelligenti, sicure di se, dotate di quel  “non so che”  in grado di fare la differenza.  Certamente però non si tratta soltanto di doti personali, ma tanto si deve anche alla loro istruzione e a chi li ha “influenzati”. Un articolo apparso qualche giorno fa sull’Huffington Post ha raccolto tutti i libri preferiti dalle persone di successo.  Mentre molti autori tendono a coincidere, come ad esempio Toni Morrison o Shakespeare,  tante sono invece le sorprese. Dopo aver letto questa classifica,  chissà che qualcuno, seguendo le orme di chi ha fatto del successo il tratto distintivo della propria carriera, non diventi un grande manager o, meglio ancora, il presidente degli Stati Uniti.

I POLITICI – L’elenco dei libri preferiti di Barack Obama è postato all’interno della sua pagina Facebook. Qui troviamo il saggio di Toni Morrison  “Song of Solomon” , l’intramontabile “Moby Dick” di Herman Melville, “Parting the Waters: America in the King Years’ di Taylor Branch, ‘Gilead’ di Marilynne Robinson e ‘Self-Reliance’ di  Ralph Waldo Emerson. L’attuale presidente degli Stati Uniti ha affermato di amare molto anche la lettura della Bibbia, delle tragedie shakespeariane e della collezione di scritti firmati da Lincoln.

L’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ha una lunga lista di libri preferiti, la quale include il testo di Maya Angelou’s ‘I Know Why the Caged Bird Sings,’ le “Meditazioni” di Marco Aurelio, “Livign History” scritto dalla moglie Hilary, i “Quattro quartetti” di T.S Eliott e “L’uomo invisibile” di Ralph Ellison.

Il politico statunitense Madeleine Albright ha numerosi libri preferiti. Tra questi vi sono “Nostra sorella Carrie” di Theodore Dreiser, “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen “L’amore ai tempi del colera” di Gabriel García Márquez e “Cry yhe Beloved Country” di Alan Paton.

L’ex segretario di stato statunitense Colin Powell ha affermato di amare molto “The Armed Forces Officer’ di Brigadier S. L. A. (Slam) Marshall e The Professional Soldier”  di Morris Janowitz, letto più e più volte. Uno dei suoi libri preferiti in giovane età è stato “My Antonia” di Willa Cather.

GLI IMPRENDITORI – Il patron di Microsoft Bill Gates ha incoronato come libro preferito negli ultimi dieci anni ‘The Better Angels of Our Nature: Why Violence Has Declined’ di  Steven Pinker. Ha motivato la sua scelta dicendo che si tratta di un testo molto profondo e lungimirante, che ha come obiettivo la riduzione della violenza e della discriminazione.

Sheryl Sandberg
, imprenditrice e politico statunitense, attuale direttore operativo di Facebook, ha incluso nella lista dei suoi libri preferiti tutti i testi di Michael Lewis, “A Short Guide to a Happy Life’ di Anna Quindlen e Queen of Fashion: What Marie Antoinette Wore to the Revolution’ di Caroline Weber.  A tutti gli aspiranti imprenditori e manager, suggerisce “Conscious Business: How to Build Value Through Values” di Fred Kofman, il libro che, a suo parere, qualsiasi dirigente dovrebbe leggere.

L’unico libro presente tra i preferiti nella pagina personale di Facebook di Mark Zuckerberg, l’inventore del noto social network, è “Enders Game” di Orson Scott Card, durante un’intervista al New Yorker ha dichiarato che è l’ “Eneide” di Virgilio il suo libro preferito.

Nella biografia di Steve Jobs scritta da Walter Isaacson sono indicati alcuni dei libri che hanno influenzato il fondatore di Apple. Tra questi troviamo il “Re Lear” di Shakespeare, “Il dilemma dell’innovazione” di Clayton Christensen, l’ “Autobiografia di uno Yogi” di Paramahansa Yogananda e “Moby Dick” di Herman Melville.

In un’intervista, l’amministratore delegato di Yahoo Marissa Mayer ha rivelato che il suo libro preferito è “La caffettiera del masochista” di Donald A. Norman.

L’imprenditore ed economista statunitense Warren Buffett ha indicato tra i suoi libri preferiti Bull!’ di Maggie Mahar, The Smartest Guys in the Room: The Amazing Rise and Scandalous Fall of Enron’ dello scrittore Bethany McLean e ‘In an Uncertain World: Tough Choices from Wall Street to Washington’ di Robert Rubin e Jacob Weisberg.


SCRITTORI E VOLTI NOTI DELLA TV
– La conduttrice televisiva e attrice statunitense Oprah Gail Winfrey ha incoronato “Il buio oltre la siepe” come il miglior romanzo di tutti i tempi., “I loro occhi guardavano Dio” di Zora Neal Hurston come la miglior storia d’amore di tutti i tempi. Tra gli altri libri apprezzati dall’attrice vi sono “L’occhio più azzurro” di Toni Morrison e la poesia di Maya Angelou ‘I Know Why the Caged Bird Sings’.


Stephen King
, nella top ten dei suoi libri preferiti ha incluso “La casa desolata” di Charles Dickens, “Il signore delle mosche” di William Golding, “Le avventure di  Huckleberry Finn,’e “I versi satanici” di Salman Rushdie.

Se J.K Rowling potesse portare con se soltatnto tre libri su un’isola deserta, questi sarebbero senza alcun dubbio l’opera completa di Shakespeare, l’opera completa di PG Wodehouse e le opere di Colette. Ricorda ancora con molto affetto anche “The Little White Horse” di Elizabeth Goudge, “Piccole donne” di Louisa May Alcott e tutte le opere di Edith Nesbit.


19 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti