Da Fonzie alla dislessia, calda accoglienza per Henry Winkler al Salone del Libro

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A TORINO - Henry Winkler, unanimemente conosciuto come Fonzie di Happy Days (“The Fonz”, in lingua originale), ha commosso e animato la platea del Booktore Arena del Salone Internazionale del Libro di Torino...
Il celebre attore americano conquista il pubblico con una originale serie di libri sui bambini con difficoltà di apprendimento

TOIRNO – Henry Winkler, unanimemente conosciuto come Fonzie di Happy Days (“The Fonz”, in lingua originale), ha commosso e animato la platea del Booktore Arena del Salone Internazionale del Libro di Torino. L’attore, ben oltre le divertenti e goliardiche gag del noto telefilm americano, riesce a presentare in modo brillante e coinvolgente la sua nuova collana edita da Uovonero Edizioni dedicata a Hank Zipzer, un ragazzino dislessico alla prese con problemi scolastici.

LA STORIA PERSONALE – L’intera serie è basata sulle esperienze personali vissute da Winkler, egli stesso affetto da dislessia e sempre scoraggiato dai genitori nell’intraprendere qualsiasi tipo di attività. “La mia famiglia mi chiamava dumm hund (in italiano, “stupido cane”) e mi considerava senza speranza. Io ho tenuto duro ed investito su me stesso. La prima volta che andai a Hollywood avevo i soldi sufficienti per vivere un solo mese”.

SENSIBILIZZARE VERSO LA DISLESSIA
– Winkler sostiene di aver dovuto fare i conti con la malattia quando ancora non si sapeva cosa fosse e di conseguenza come affrontarla. Per questo l’attore americano ha deciso di battersi in primo piano verso la sensibilizzazione fra i più giovani dei problemi dell’apprendimento.
L’invito pieno di speranza di Fonzie è uno spiraglio di luce gettato su un mondo ancora fin troppo sconosciuto e coperto da pregiudizi: egli è infatti la prova vivente che una malattia non può in alcun modo pregiudicare la creatività.
 “Il mio messaggio di oggi”, dice Winkler con entusiasmo, “è di non rinunciare mai ai propri sogni”.

Andrea Arricale

20 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti