Consigli di lettura estivi

Cosa leggere in estate, ecco i 10 libri da portare con sé in spiaggia

Finalmente l’estate è arrivata e le tanto sospirate fiere per molti non sono più un miraggio. Ma quale sarà la destinazione per le vostre vacanze? L'importante è ricordarsi di portare sempre con sé...

L’estate sta arrivando e il caldo comincia a farsi sentire. Chi è fortunato può scappare dalla città e cocedersi qualche giorno di vacanza , magari rilassandosi su qualche bella spiaggia. Ma un amante della lettura non rinuncerebbe mai ai suoi libri, quindi ecco per voi la top 10 dei migliori libri legati al mare e alle spiagge

MILANO – Finalmente l’estate è arrivata e le tanto sospirate fiere per molti non sono più un miraggio. Ma quale sarà la destinazione per le vostre vacanze? L’importante è ricordarsi di portare sempre con sé un buon libro. E se la vostra meta estiva è una bella spiaggia, ecco per voi la top 10 dei migliori libri legati alle spiagge e al mare.

L’ISOLA DI ARTURO di Elsa Morante – Vincitrice con tale libro del Premio Strega nel 1957. Il romanzo è un’esplorazione attenta della prima realtà verso le sorgenti non inquinate della vita. L’isola nativa rappresenta una felice reclusione originaria e, insieme, la tentazione delle terre ignote. L’isola, dunque, è il punto di una scelta e a tale scelta finale, attraverso le varie prove necessarie, si prepara qui, nella sua isola, l’eroe ragazzo-Arturo. E’ una scelta rischiosa perché non si dà uscita dall’isola senza la traversata del mare materno; come dire il passaggio dalla preistoria infantile verso la storia e la coscienza.

LA SPIAGGIA D’ORO di Raffaello Brignetti – Il romanzo ha vinto il premio Strega nel 1971. Nel libro si narra di un viaggio, a vela, verso un’isola. Protagonisti di questo Romanzo sono un uomo e una bambina, legati da un comune tempo, che egli ricerca, e che lei sta per superare. L’incanto viene rotto quando compaiono i veri padroni della goletta, una donna ed un vecchio demoniaco di nome Nequa. Essi hanno lottizzato l’isola, inquinandola e ricoprendola di alberghi. Faranno infine capire, al vecchio, che oramai si tratta dell’isola di una perduta giovinezza alla quale la goletta non giungerà mai.

ROBINSON CRUSOE di Defoe Daniel – Inquietudine e solitudine sono gli elementi distintivi del personaggio di Robinson Crusoe, che ancora oggi alimentano il fascino dell’opera e il mito del naufrago. Ma al di là della cornice avventurosa, Robinson è l’eroe del quotidiano e dell’ordinario. Nessuna ricerca metafisica, ma l’addomesticamento di una natura alla quale il protagonista non vuole strappare segreti ma solo gli elementi della sopravvivenza, che proprio dalla lotta dell’uomo emergono rivalutati e nobilitati. Individualismo, spirito di iniziativa, prudenza, operosità, fiducia incrollabile nelle proprie forze e fede in un Dio a misura d’uomo che soccorre innanzitutto chi si aiuta sono i tratti tipicamente borghesi del solitario Robinson, amplificati e valorizzati dall’aura romantica del viaggio e dell’avventura.

KAFKA SULLA SPIAGGIA di Murakami Haruki – Un ragazzo di quindici anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l’ingenuità e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti allo stesso luogo, Takamatsu, nel Sud del Giappone. Il ragazzo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico, e dalla sua profezia, che riecheggia quella di Edipo. Il vecchio, Nakata, fugge invece dalla scena di un delitto sconvolgente nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà. Nel corso del viaggio, Nakata scopre di essere chiamato a svolgere un compito, anche a prezzo della propria vita. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell’incomprensibile schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà il compimento del proprio destino.

LA SPIAGGIA RUBATA di Joanne Harris – Siamo in un salotto delle coste della Bretagna, Le Devin. Sull’isola ci sono due villaggi: Les Salants, che la giovane Mado, ritornando sull’isola dopo dieci anni passati a Parigi, trova ancora più povero di quando l’aveva lasciato; e Les Houssinières, che grazie allo spirito imprenditoriale di Claude Brismand è diventato una località turistica di grande richiamo. Mado capisce che la miseria di Les Salants è dovuta all’avanzamento del mare, mentre l’altro villaggio prospera grazie alle barriere spartiacque costruite dall’avido Brismand. Quando cerca di spiegarlo ai suoi amici, Mado incontra solo scetticismo e rassegnazione. Ma non demorde: per ridare prosperità al villaggio dovrà addirittura inscenare un miracolo.

LA VOCE INVISIBILE DEL VENTO di Carla Sanchez – Spagna, località di Las Marinas. La luce si è ritirata verso qualche luogo nel cielo. Il buio della notte avvolge le viuzze del paese e il mare è nero come la pece. Julia ha perso la strada di casa: è circondata dal silenzio e sente solo la voce del vento che soffia dal mare, e profuma di sale e di fiori. Non ricorda cosa sia successo: era uscita a prendere il latte per suo figlio, ma sulla strada del ritorno all’improvviso si è ritrovata in macchina senza soldi, documenti e cellulare. In pochi minuti quella che doveva essere una vacanza da sogno si è trasformata in un incubo. Per le strade non c’è nessuno, le case sulla spiaggia sembrano tutte uguali e Julia non riesce a ritrovare l’appartamento. Tutto, intorno a lei, è così familiare eppure così stranamente irreale. Tra le vie oscure e labirintiche c’è solo una luce, quella di un locale notturno. A Julia non resta altra scelta che raggiungerlo, nella speranza di trovare qualcuno che l’aiuti. Qui, quasi ad aspettarla, c’è un uomo, un tipo affascinante, con la barba incolta e l’accento dell’Est Europa, che sembra sapere tante, troppe cose su di lei. Si chiama Marcus: Julia ha la sensazione di averlo già incontrato da qualche parte. Fidarsi di lui è facile. Eppure Marcus non è quello che sembra e nasconde qualcosa.

CAPITANI DELLA SPIAGGIA di Jorge Amado – João Grande e Pedro Proiettile, il Professor Bella-Vita, il Gatto e Gamba-Zoppa, il negretto Barandão e la piccola Dora, il Siccità e il Lecca-Lecca sono i membri di una pericolosa banda di ragazzi che infesta il porto di Bahia in un’epoca di oppressione e di rivolta. Sono i bambini delinquenti, i reietti, il fiore nero e turbolento dell’abbandono e della miseria. Molti di questi ragazzi vengono travolti, ieri come oggi, dalla crudeltà di una società nemica o dalla logica perversa dell’autodistruzione ma, ricorda Amado, ci sono tra loro anche quelli che la fortuna (gli adulti, la storia) può assistere.

LA SPIAGGIA di Cesare Pavese – Doro si è sposato, ha lasciato Torino per Genova e da troppo tempo non vede un suo vecchio amico, un professore più che trentenne. Ma in un giorno d’estate, Doro ritorna. A quanto dice, gli è semplicemente venuta voglia di rivedere il suo paese, eppure l’amico di un tempo non gli crede: lo accompagna per i luoghi della loro giovinezza e intanto prova a scavare sotto quella scorza taciturna ed evasiva, alla ricerca di un dramma intimo. Il professore continuerà a cercare quel dramma anche quando seguirà Doro al mare, e soprattutto quando incontrerà la moglie del suo amico, Clelia: una donna volubile e affascinante. Troppo, forse, perché il suo matrimonio funzioni. Un romanzo intenso e malinconico sui misteriosi e ambigui sentimenti che lasciano gli individui soli dinanzi al loro ineluttabile destino.

UN CORPO SULLA SPIAGGIA di Hakan Nesser – Luglio è arrivato. Ancora poche ore di lavoro, e per l’ispettore di polizia Ewa Moreno le tanto sospirate ferie non saranno più un miraggio. Non solo: Ewa ha un nuovo affascinante fidanzato, Mikael Bau, che l’ha invitata nella sua casa estiva di Port Hagen. M dall’interrogatorio di un pericoloso criminale emergono accuse infamanti proprio all’indirizzo della polizia. Nel cielo insolitamente limpido dell’estate nordica si addensano nubi minacciose. Come se non bastasse, l’ispettore si ritrova implicata nella scomparsa di Mikaela Lijphart, una diciottenne il cui destino si intreccia drammaticamente ai fantasmi di un’altra estate, quella del 1983: la morte misteriosa di una ragazza, Winnie Maas, la relazione di quest’ultima con un professore poi sprofondato nella follia, un cadavere che riaffiora dalla sabbia, una brutta storia che qualcuno ha preferito coprire. Dal caos iniziale emerge a poco a poco una logica ferrea quanto brutale, un disegno fatto di squallore e irrimediabile debolezza umana.

LA SPIAGGIA INFUOCATA di Wilbur Smith – È il primo capitolo della serie che raggruppa i romanzi del ciclo ‘Courteney d’Africa’. Centaine de Thiry non può dimenticare Michael Courteney. L’ha conosciuto in Francia, durante la guerra, quando il giovane pilota sudafricano imperversava contro l’aviazione tedesca; l’ha ammirato e lo ha amato, senza limiti. E quando l’ha perduto ha capito di dover raggiungere la sua terra. Ma l’Africa che, dopo una navigazione avventurosa, accoglie la giovane donna non è solo il continente abbagliante e fascinoso dei racconti di Michael, è anche una terra assetata, ostile, che respinge con la stessa forza con cui attira. Animata da un disperato coraggio, Centaine affronta a testa alta la drammatica avventura che la sorte le ha preparato, disposta a tutto pur di salvare la propria vita e quella che sta portando dentro di sé.

20 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti