LIBRI - Letture sotto l'albero

Cosa leggere a Natale, ecco le strenne natalizie di Mondadori

Il periodo natalizio rappresenta uno dei momenti più chiave per uan casa editrice, in cui si concentrano le uscite e le proposte di lettura principali...

MILANO – Il periodo natalizio rappresenta uno dei momenti più chiave per uan casa editrice, in cui si concentrano le uscite e le proposte di lettura principali. Tra Narrativa, Saggistica e Varia, ecco i titoli di punta proposti in questo periodo dalla casa editrice Mondadori.

Io mi muovo di Marco Bianchi. In questo libro, Marco Bianchi ci aiuta a combattere la sedentarietà con successo (e a rimanere in forma) con due strumenti: nuovissime ricette belle e buone e i consigli per un’attività funzionale a forte impatto adatta a tutti.

 

La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo. Aldo Cazzullo racconta il conflitto ’15-18 sul fronte italiano, alternando storie di uomini e di donne: le storie delle nostre famiglie.

 

The Beatles Lyrics di Hunter Davies. La raccolta completa delle canzoni dei Beatles, raccontate per la prima volta attraverso i documenti e i testi scritti a mano dai Fab Four. Hunter Davies, amico personale dei Fab Four e autore dell’unica biografia autorizzata del gruppo, racconta la genesi di ogni singolo pezzo ripercorrendo in ordine cronologico l’uscita di tutti i 45 giri e dei tredici album.

All you need is love di Federico Rampini. Come rileggere la crisi economica e immaginare un futuro migliore attraverso le canzoni indimenticabili di John, Paul, George e Ringo.

 

Le meraviglie dei Musei Vaticani di Gianfranco Ravasi. Una straordinaria guida ci accompagna fra i capolavori dell’arte contenuti nei Musei Vaticani, in un personalissimo viaggio nella Bellezza. A condurci in questa ideale visita tra le sterminate collezioni e gli splendidi edifici che le ospitano, frutto del mecenatismo di vari pontefici, è un accompagnatore d’eccezione: il cardinale Gianfranco Ravasi.

 

Italiani voltagabbana di Bruno Vespa. Una lunga cavalcata attraverso le ipocrisie nazionali che rilegge la storia sotto un’angolazione umanissima, anche se assai poco lusinghiera.

L’amore che ti meriti di Daria Bignardi. Cosa siamo disposti a perdere per l’amore, cosa siamo disposti a mettere  n gioco? È possibile che la completa felicità si riveli solo nella assoluta infelicità? Toni, la protagonista, dovrà assumere su di sé, in un percorso di madre in figlia, le mille domande emerse cercando Maio e la storia di una famiglia: come si fa a meritarsi l’amore?
 

Meno cinque alla felicità, di Virginia Bramati. -5 i giorni a Natale, -5 la temperatura: la neve inizia a cadere, il cuore a battere forte. Una storia natalizia che fa sorridere, commuovere e scalda il cuore da un’autrice ormai amatissima dopo il successo di ‘Tutta colpa della neve (e anche un po’ di New York)”.

 

Una lacrima color turchese, di Mauro Corona. Il giorno di Natale, in uno sperduto paesino di montagna, accade un fatto sconvolgente: le statuine di Gesù Bambino scompaiono misteriosamente da tutti i presepi. Cosa può nascondersi dietro a un evento così assurdo e angosciante? Corona con questa “fiaba” suggerisce che, per avere la risposta, basterebbe guardare dentro ai propri cuori, interrogando le coscienze…

Ciò che inferno non è, di Alessandro D’Avenia. Al centro della storia vi sono Federico, che vive nella Palermo borghese, e Lucia, che abita a Brancaccio, il quartiere in cui Don Pino Puglisi cerca di sottrarre i bambini alla manovalanza mafiosa. Due ritratti opposti di Palermo, divisa tra le sue contraddizioni di luce e lutto, soffocata dall’omertà ma capace di impareggiabili testimonianze di coraggio. 

I giorni dell’eternità, Ken Follett. I giorni dell’eternità è l’appassionante conclusione della trilogia “The Century”, dedicata al Novecento, nella quale Follett segue il destino di cinque famiglie legate tra loro. Le storie dei protagonisti si snodano e si intrecciano
nel periodo che va dai primi anni Sessanta fino alla caduta del Muro di Berlino, passando attraverso eventi sociali, politici ed economici tra i più drammatici e significativi del cosiddetto “secolo breve”.

 

Applausi a scena vuota, di David Grossman. Il palcoscenico è deserto. Il pubblico in sala si zittisce. Un uomo di corporatura esile piomba sul palco da una porta laterale. Dal fondo del palco Dova’le scocca il suo sorriso più smagliante ed è pronto a consegnare al pubblico tutto quello che ha: lo spettacolo della sua storia. Ancora una volta David Grossman scandaglia l’animo umano alla ricerca della sua essenza più vera.

 

I love shopping a Hollywood, di Sophie Kinsella. Becky Bloomwood è tornata e non sta più nella pelle, si è appena trasferita con la piccola Minnie a Hollywood per stare al fianco del marito Luke che ha una nuova importante cliente. Becky d’ora in poi potrà dare una svolta decisiva al suo lavoro di personal shopper per diventare invece la personal stylist di una star del cinema.

Le meraviglie del mondo antico, di Valerio Massimo Manfredi. In questo libro, Valerio Massimo Manfredi ci racconta i miti e le storie dei monumenti destinati a entrare nella leggenda.

L’incredibile Urka, di Luciana Littizzetto. “Piccole donne s’incazzano. Perché siam buone e care, ma anche al balengo c’è un limite. E a un certo punto i nervi escono dalla guaina.” Luciana Littizzetto-Incredibile Urka è una supereroina che come tutte le persone normali a un certo punto sbrocca e diventa verde dalla rabbia. Sconfigge i cretini a colpi di ironia e trasforma la nostra incazzatura in una grande, liberatoria, risata.

16 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti