Libri antichi e digitale

Copernicum, la nuova piattaforma per la compravendita online di libri antichi

Il primo portale al mondo dedicato ai libri, antichi e non solo, dove gli acquirenti possono formulare una proposta d'acquisto alla Libreria. E' questo Copernicum...

Il responsabile Stefano Fortunati ci parla del portale studiato per le librerie, dove si cerca di ricreare il rapporto antico cliente-venditore su una piattaforma multimediale

MILANO – Il primo portale al mondo dedicato ai libri, antichi e non solo, dove gli acquirenti possono formulare una proposta d’acquisto alla Libreria, abbattendo così la barriera che spesso si crea tra il potere d’acquisto e il desiderio sempre crescente di cultura che il mondo librario incarna. E’ questo Copernicum, il portale online ideato da Stefano Fortunati, titolare insieme al figlio lorenzo della  Libreria Antiquaria, annidata nel cuore del Mugello, diventata in breve tempo top-seller di vendite online. Sulla scia del successo ottenuto con l’online, è nato Copernicum.it, un nuovo Portale studiato per le librerie, dove si cerca di ricreare il rapporto antico cliente-venditore su una piattaforma multimediale.

Come nasce Copernicum?  

Copernicum nasce dal desiderio di offrire qualcosa di nuovo e ‘rivoluzionario’ per quanto riguarda la compravendita di libri online. È un sito creato da librai per librai.

Cosa lo rende unico rispetto ad altri portali?

Oltre ad un’interfaccia grafica moderna ed intuitiva, che rende la navigazione semplice e piacevole, Copernicum è il primo portale del Libro dove il Cliente contratta direttamente con le librerie, mediante una proposta d’acquisto sull’oggetto desiderato.

Qual è l’importanza dei libri antichi oggi all’interno della vasta offerta editoriale?  

Abbiamo notato che il libro antico non è più appannaggio di pochi collezionisti, ma la richiesta si è notevolmente ampliata interessando un pubblico anche più giovane.  Quindi riteniamo molto importante gestire ed implementare l’offerta del libro antico sul mercato.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Come amo dire, questa è ‘la fine dell’inizio’ Le basi sono state gettate, abbiamo iniziato una vasta campagna promozionale che spazia dalla pubblicità online all’intervento in ambienti fieristici. Adesso stiamo già studiando i prossimi step che saranno la creazione di un blog dedicato al mondo del libro, un museo virtuale interfaccia tuo al catalogo online, un corner per i nuovi scrittori che possano usufruire di visibilità per i loro lavori, ed altre novità al vaglio in questi giorni. L’obiettivo ed il nostro sogno è che Copernicum non sia soltanto un Portale di vendita ma un vero e proprio mondo del libro, dove ogni bibliofilo voglia perdersi.

Lei è anche titolare della Libreria Antiquaria Verbantiqua. Quali sono difficoltà di portare avanti una libreria di un certo tipo rispetto all’offerta delle grosse catene librarie? 

Sicuramente il problema maggiore è la corsa al ribasso, che obbliga le realtà medio piccole come quasi tutte le Librerie Antiquarie, ad attuare una politica mirata al risparmio ed ai tagli delle spese di gestione, iniziando gioco forza a preferire la vendita online piuttosto che la presenza fisica del negozio su strada.

18 maggio 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti