LIBRI - Librerie in spiaggia

Con l’estate i libri invadono le spiagge. Arrivano le biblioteche negli stabilimenti balneari

Poco meno di un anno fa è stata inaugurata in Puglia, a Taranto, la prima biblioteca gratuita sulla spiaggia. L’iniziativa, per la gioia di tutti i lettori in vacanza, sarà replicata anche quest’anno con l’apertura di dieci nuove librerie...

La lettura non va mai in vacanza. A Taranto è possibile leggere un buon libro tra un bagno e l’altro grazie all’iniziativa portata avanti dall’associazione di negozi e imprese Made in Taranto

 

MILANO – Un servizio bibliotecario completamente gratuito all’interno degli stabilimenti balneari. Il sogno di tutti gli amanti dei libri anche quest’anno sarà realtà. 12 mesi fa è stata inaugurata in Puglia, a Taranto, la prima biblioteca gratuita sulla spiaggia. L’iniziativa, per la gioia di tutti i lettori in vacanza, sarà replicata anche quest’anno con l’apertura di dieci nuove librerie.  

 
IL PROGETTO – Il progetto vede la preziosa collaborazione attiva della giornalista e blogger Paola Bisconti e il generoso appoggio della Windor srl, la nota azienda che da quarant’anni è specializzata nella vendita e posa in opera di infissi, porte e finestre.  L’anno scorso l’iniziativa ha avuto un grande successo. La mini biblioteca è un servizio completamente gratuito messo a disposizione dall’associazione Made in Taranto, in prima battuta,allestita all’interno dello stabilimento balneare di Lido Gandoli e, in seconda battuta, nel Castello De Falconibus di Pulsano (Taranto) grazie alla collaborazione della Pro Loco. In questo modo, sono stati portati libri e mini biblioteche in spiaggia e nei castelli della provincia jonica e stimolati i più piccoli alla lettura interattiva mediante l’organizzazione di laboratori ludico culturali in grado di stimolare mente e corpo all’insegna del divertimento.

 
FUNZIONAMENTO – Il funzionamento è semplice: chiunque può scambiare i propri vecchi libri depositandoli all’interno della mini biblioteca e ritirando quelli che sono già a disposizione. Chiunque può consultarli o prenderli in consegna gratuitamente. L’iniziativa s’inserisce in quella mondiale delle Little Free Library, di cui abbiamo già avuto di parlare sia a livello mondiale, sia per quanto riguarda le iniziative legate all’Italia. Ad ogni mini biblioteca è associato un codice identificativo tramite il quale è possibile risalire alla sua posizione ed integrare l’offerta turistica locale.

 
EDIZIONE 2015 – Quest’anno, grazie all’appoggio di Windor, le librerie da costruire e installare saranno dieci e prevederanno, come sempre, il coinvolgimento dei bagnanti che potranno partecipare all’iniziativa donando libri già letti di qualsiasi genere e argomento. Le librerie verranno installate presso gli stabilimenti balneari privati che ne hanno fatto richiesta. Una delle ultime adesioni è stata quella dello Yachting Club Porticciolo in via delle Ombrine 4 a San Vito, Taranto. Non è un caso che questa libreria venga installata proprio qui, nell’estremità meridionale del Mar Grande di Taranto, a poche decine di metri dal faro, in uno dei punti più belli della costa di tutta la provincia. Le librerie in spiaggia, oltre ad intrattenere i bagnanti, costituiscono un importante fenomeno in grado di attirare i turisti, in quanto ognuna di queste è segnalata a livello internazionale con un particolare codice identificativo che le rende rintracciabili da appassionati e sostenitori di tutto il mondo. 

   

2 luglio 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata