Come pubblicare un best-seller

Che ci crediate o meno, c’è chi del dare consigli agli altri ha fatto una vera e propria professione. E’ il caso di Michael Hyatt, che sfruttando la propria esperienza e la consulenza di alcuni professionisti del settore, propone un audio-corso di 21 lezioni per imparare come si pubblica un best-seller, oppure del Dottor Joe Vitale...
Il mondo dell’editoria, per i novellini, è spesso una jungla. Ecco alcuni consigli utili per riuscire a far diventare un libro un successo

MILANO – Che ci crediate o meno, c’è chi del dare consigli agli altri ha fatto una vera e propria professione. E’ il caso di Michael Hyatt, che sfruttando la propria esperienza e la consulenza di alcuni professionisti del settore, propone un audio-corso di 21 lezioni per imparare come si pubblica un best-seller, oppure del Dottor Joe Vitale. Secondo i dati riportati dal New York Times, l’81% della popolazione sente di avere una storia da scrivere… ma pochissimi di questi lo fanno davvero. Perché? Perché non sanno proprio da dove iniziare! Scrivere, ma soprattutto pubblicare e pubblicizzare un libro, non è semplice. Ecco alcune indicazioni che potrebbero spianare la strada agli aspiranti scrittori di successo.

ESSERE PRONTI
– E’ proprio da questa fase preliminare che deriva il successo editoriale. Molti scrittori non se ne rendono conto e commettono un errore. Prima di tutto bisogna essere coscienti della situazione dell’editoria e dei cambiamenti avvenuti in questo mondo, per potersi proporre nel modo giusto. Vanno considerate poi le diverse opzioni: ci si vuole rivolgere a una casa editrice? Auto-pubblicarsi? Una mentalità vincente, unita a degli obiettivi chiari, completano il quadro di partenza ottimale.

PROPORSI AGLI EDITORI – Questa è senza dubbio la parte più difficile. In primis si deve proporre una proposta letteraria vincente, senza dimenticare di far riferimento al mercato, alla presentazione e così via. Il marketing è importante e mostrare di aver colto questo aspetto è fondamentale. Un altro elemento importante è presentare qualcosa che gli editori siano interessati a leggere.  Anche conoscere a fondo le dinamiche delle case editrici ha il suo peso, così come sapere i pro e i contro di avere un agente che gestisca i contatti al vostro posto. Il punto centrale dovrebbe essere scrivere il libro, ma in realtà ci sono una serie di suggerimenti anche per quello. Una volta che il vostro romanzo sarà nero su bianco inizierà la collaborazione con revisori, correttori e così via. Bisogna mostrarsi disponibili, ma al contempo non lasciarsi sfuggire il libro di mano. E’ fondamentale anche che la confezione sia accattivante. A cosa serve tutto questo lavoro, se poi nessuno prenderà il libro dagli scaffali delle librerie?

E UNA VOLTA PUBBLICATI…
– Ma pubblicare il vostro lavoro è solo il primo passo. Per avere successo si deve seguire nel modo corretto la fase successiva, quella del lancio e della promozione. Non sono solo interviste e presentazioni a contare, ma anche quanto e come saprete farvi pubblicità su siti, sui blog e soprattutto sui social network. Crearsi un seguito, un pubblico, è fondamentale per far sì che il vostro messaggio arrivi più lontano possibile. Non cercate di fare tutto da soli! Un buon addetto stampa o una squadra di persone addette vi semplificheranno notevolmente la vita. Ma una volta che il vostro libro sarà in cima alle classifiche delle vendite (perché come dice Hyatt quello che serve per arrivare in alto è solo una strategia vincente e tanto lavoro) ecco il passo successivo… trasformare il vostro nome in un marchio, in qualcosa che duri nel tempo. Non solo scrivere un best-seller, ma costruire un vero business.

3 novembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti