Sei qui: Home » Libri » Circul’Livre permette di condividere la passione per la lettura ed i libri in modo semplice e coinvolgente

Circul’Livre permette di condividere la passione per la lettura ed i libri in modo semplice e coinvolgente

Mettere in circolazione i libri in modo gratuito e senza alcun vincolo, condividere le proprie opinioni sulla lettura, conoscere i propri vicini. E' questo lo spirito che accompagna dall'aprile 2004 ''Circul'Livre'', l'originale iniziativa che mette a disposizione della gente opere letterarie chiedendo loro soltanto di restituirle dopo la lettura per rimetterle in circolazione...

L’iniziativa nasce a Parigi allo scopo di promuovere la lettura condividendo i propri libri e di fare opinione favorendo la creazione di legami sociali

MILANO – Mettere in circolazione i libri in modo gratuito e senza alcun vincolo, condividere le proprie opinioni sulla lettura, conoscere i propri vicini. E’ questo lo spirito che accompagna dall’aprile 2004 “Circul’Livre”, l’originale iniziativa che mette a disposizione della gente opere letterarie chiedendo loro soltanto di restituirle dopo la lettura per rimetterle in circolazione.

circullivrelogo2aIDEA ORIGINALE – L’iniziativa è stata ideata nell’aprile 2004 da parte del Conseil de Quartier Bel-Air Sud (Paris 12ème), con l’iniziale scopo di creare convivialità tra persone sconosciute che si incontrano regolarmente. In un primo momento, erano i volontari a offrire gratuitamente dei libri, ma col tempo la gente ha iniziato a donare loro i propri vecchi libri. In questo modo è stato messo in piedi un vero e proprio scambio di libri tra vicini. L’associazione Les Amis de Circul’livre è stata creata al fine di standardizzare le operazioni e di "depositare il marchio", come affermato dal presidente René Bertholus. Oggi Circul’Livre è presente in undici quartieri di Parigi, in venti consigli di quartiere, in ventitré associazioni e comunità, in un municipio di distretto, in tre negozi e in diverse altre città della Francia.

 

SCAMBIO DI LIBRI – La dinamica con la quale avviene la condivisione dei libri è molto semplice. I residenti del quartiere portano i loro vecchi libri in uno dei punti d’incontro dell’associazione e le loro opere, sulle quali viene stampato il logo Circul’livre, conquistano un nuovo lettore. I vincoli sono ridotti al minimo: per prendere in prestito un libro, non c’è bisogno di registrarsi, di firmare o anche dare il suo nome, ma semplicemente impegnarsi a trasmettere le opere domandole ad un vicino, un parente o anche un estraneo. Un’altra soluzione è quella di recarsi in uno dei punti Circul’livre sparsi a Parigi ed in altre zone della Francia. Lo spirito dell’iniziativa è quello di scoprire i propri vicini attraverso la raccolta di alcune gocce di passione per la lettura lungo la strada.

COESIONE SOCIALE – Molti conservano i propri libri in armadi o scaffali, con poche possibilità di essere di nuovo letti o consultati. Circul’Livre da la possibilità di far rinascere questi libri condividendoli con altri lettori, in modo tale da far circolare e promuovere la lettura. Un’iniziativa che ha anche un altro fine sociale; Circul’Livre infatti non solo promuovere la lettura, è un mezzo meraviglioso di coesione sociale nei quartieri.

 

21 agosto 2012

© Riproduzione Riservata