LIBRI - L'autrice tra i protagonisti a Gavoi

Chiara Gamberale, ”Il mio ultimo libro in tre parole: urgente, sincero e misterioso”

'Urgente, sincero e misterioso'. Con queste tre parole Chiara Gamberale descrive il suo ultimo libro realizzato con Massimo Gramellini, 'Avrò cura di te'. Ecco la nostra intervista a poche ore dall'inizio del Festival..

In occasione del nuovo appuntamento con il Festival Letterario di Gavoi (Sardegna), giunto alla dodicesima edizione, abbiamo intervistato una delle protagoniste: la scrittrice Chiara Gamberale 

 

 

MILANO – ‘Urgente, sincero e misterioso’. Con queste tre parole Chiara Gamberale descrive il suo ultimo libro realizzato con Massimo Gramellini, ‘Avrò cura di te‘. Una storia in cui la protagonista riesce a guardare dentro sè stessa per capirsi e cercare di andare avanti. La scrittrice sarà protagonista domani de L’Isola delle Storie a Gavoi. Ecco la nostra intervista a poche ore dal suo intervento.

 

Ci dica tre aggettivi che descrivano il suo ultimo libro. Perché pensa che la sua storia possa essere interessante per chi legge?

‘Avrò cura di te’ è un libro urgente (per noi che l’abbiamo scritto), sincero (sempre per noi) e misterioso (ancora per noi). Confido che chi lo legga ci trovi altrettanta urgenza, sincerità e mistero.
La sua prima opera autobiografica Una vita sottile ha avuto un grande successo e ne è stata realizzata una serie televisiva. Cosa si prova a veder rappresentate le proprie vicende, ansie e paure in televisione?

Grande curiosità: è stato così anche per la trasposizione cinematografica di “Una passione sinistra”o per la traduzione in programma tv del mio amato “Per dieci minuti”. Mi stacco completamente dal mio testo e divento la prima spettatrice di quello che, nelle mani di altri, ne verrà fuori.
Qual è la cosa più importante che pensa di aver imparato lavorando a stretto contatto con un autore del calibro di Gramellini?

Che più sei grande, meno te ne rendi conto.
Ha già in mente una trama per il suo prossimo libro?

Sì. Ma c’è ancora qualcosa che mi sfugge prima di cominciare davvero a scrivere.
3 luglio 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti