CINEMA - 100 anni di Orson Welles

Centenario Orson Welles, i suoi aforismi più famosi

l 6 maggio di 100 anni fa nasceva Orson Welles: attore, regista e sceneggiatore, con i suoi capolavori 'Quarto potere' e 'L'infernale Quinlan' ha scritto la storia del cinema. Lo commemoriamo con alcune delle sue frasi più celebri...

Il 6 maggio di 100 anni fa nasceva Orson Welles: attore, regista e sceneggiatore, con i suoi capolavori ‘Quarto potere’ e ‘L’infernale Quinlan’ ha scritto la storia del cinema. Lo commemoriamo con alcune delle sue frasi più celebri.

‘La semplice regia è il lavoro più facile del mondo.’

 

‘Ho cominciato dalla cima e mi sono fatto strada verso il fondo.’

 

‘La regia cinematografica è il perfetto rifugio per i mediocri. Ma quando un buon regista fa un cattivo film, l’universo intero sa chi ne è responsabile.’

 

‘Io sono un pendolare. Vado dove c’è del lavoro, come un raccoglitore di frutta. Tutto ciò di cui ho bisogno sono un sorriso d’incoraggiamento ed una proposta, ed arrivo subito, col primo aereo.’ 

 

‘Le promesse sono molto più divertenti delle spiegazioni.’

 

‘Credo che un critico ne sappia sempre di più sull’opera di un artista dell’artista stesso. Ma, allo stesso tempo, ne sa di meno: la funzione del critico è proprio quella di saperne contemporaneamente di più e di meno dell’artista.’

 

‘Sono solo un poveraccio che cerca di fare del cinema.’

 

‘Hollywood è un quartiere dorato adatto ai giocatori di golf, ai giardinieri, a vari tipi di uomini mediocri ed ai cinematografi soddisfatti. Io non sono nulla di tutto ciò.’

 

‘Ho avuto più fortuna di chiunque altro. Certo, sono anche stato scalognato più di chiunque altro, nella storia del cinema, ma ciò è nell’ordine delle cose. Dovevo pagare il fatto d’aver avuto, sempre nella storia del cinema, la più grande fortuna…’

 

‘Per quello che abbiamo fatto sarei dovuto finire in galera, ma al contrario, sono finito a Hollywood.’

 

6 maggio 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti