LIBRI - Il boss della musica rock, Springsteen, approda in libreria con una favola per bambini

Bruce Springsteen, dal rock alle librerie con un libro per bambini

Bruce Springsteen, ''The Boss'' come è sempre stato nominato, inaugura la sua nuova avventura come scrittore presentando ufficialmente la sua favola per bambini, ovviamente dark, che si intitola “Outlaw Pete”. Una storia che si ispira...

Il Boss della musica rock cambia rotta: appende al chiodo la chitarra elettrica e si dedica alla letteratura realizzando un libro per bambini. ”Outlaw Pete” è una favola, ovviamente dark

MILANO – Bruce Springsteen, ”The Boss” come è sempre stato nominato, inaugura la sua nuova avventura come scrittore presentando ufficialmente la sua favola per bambini, ovviamente dark, che si intitola “Outlaw Pete”. Una storia che si ispira  all’omonima canzone dell’album del 2009 ‘Working on a Dream’: la grafica è stata curata da Frank Caruso, cartoonist. 50 pagine che includono anche scene forti come una lotte con coltelli e un uomo che giace senza vita in una pozza di sangue.

I LIBRI PREFERITI DI SPRINGSTEEN – In una lunga intervista rilasciata al New York Times, The Boss, si confessa un appassionato lettore. Il primo libro letto quando era piccolo è stato “Il mago di Oz” ma ammette di amare moltissimo i libri di cosmologia (che spiegano la scienza dell’universo) e di filosofia. Tra gli ultimi libri letti  ci sono due grandi classici della letteratura: il primo è “Moby Dick”, un libro “che ho sempre voluto leggere ma che ho sempre lasciato lì perché tutti dicevano che era molto difficile. Io invece l’ho trovato davvero un bel romanzo e non ho fatto per niente fatica a leggerlo”; il secondo è “L’amore ai tempi del colera” che, come definisce Springsteen, “è bello perché ho incontrato molti aspetti dell’amore umano”.

LA PASSIONE PER I LIBRI PER BAMBINI – A quanto pare i libri per bambini hanno un grande fascino. The Boss, infatti, non è certo il primo ha cambiare così repentinamente rotta artistica. Prima di lui, infatti, è stata la volta di Henry Winkler, meglio conosciuto come Fonzie di Happy Days, che aveva realizzato una serie di libri per bambini con difficoltà di apprendimento raccontando anche della sua dislessia.

 

5 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti