Bologna Children’s Book Fair, ecco le ultime novità e tendenze nel panorama editoriale per ragazzi

Rapporto tra digitale e cartaceo, tendenze provenienti dall'estero, illustratori-scrittori e tavole disegnate per fasce d'età. Queste alcune delle novità e dei trend della 50esima edizione della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna...

Dal digitale alle illustrazioni per fasce d’età, diversi i temi dibattuti nel corso della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna

MILANO – Rapporto tra digitale e cartaceo, tendenze provenienti dall’estero, illustratori-scrittori e tavole disegnate per fasce d’età. Queste alcune delle novità e dei trend della 50esima edizione della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.

DIGITALE O CARTACEO? – Tra gli interrogativi e i dibattiti che si susseguono sul tema “Libro o tavoletta?”, prevale la tendenza ad ammettere una buona convivenza tra loro, anzi una integrazione possibile e uno scambievole supporto. La validità di questa tendenza ci appare, se consideriamo soprattutto lo spazio dato all’albo illustrato in questa Fiera, che rivela una consistenza e una novità di contenuti più che evidenti. Il carattere ludico dei molti picture books per la prima infanzia, la loro divertente accessibilità per i lettori debuttanti sono innegabili e la curiosità dei lettori di sfogliare le pagine non è inferiore a quella con cui essi toccano le tavolette. É chiaro in moltissimi albi illustrati l’invito a usare tutti e cinque i sensi nella lettura. Attualissimi perciò i libri tattili come Animali della fattoria di Lucy Cousins, edizione APE Junior, con un inserto tattile in copertina che permette di identificare meglio l’animale rappresentato o, ancora per la stessa Casa, Slurp! di Matthew Van Fleet che celebra l’olfatto e l’udito di vari animali servendosi di molti flap ed inserti touch-and-feel.


SUGGERIMENTI NUOVI DALL’ITALIA E DA OLTRALPE
– Di grande rilievo artistico, destinata a bambini delle prime classi elementari, è la collana lanciata dalla Casa Topi Pittori: PIPPO (sta per PI-P-PO: piccola pinacoteca portatile) che ha ricevuto una menzione d’onore al BolognaRagazzi Award 2013. Si tratta di libri che, giocando con l’arte, cioè con vari capolavori pittorici, invitano i bambini a colorarli, scomporli, ritagliarli, osservando così in che modo hanno ideato, pensato, lavorato i vari artisti. Nella collana figurano Dame e cavalieri di Francesca Zoboli e Marta Sironi e Quadri, quadretti e animali di Marta Sironi e Guido Scarabottolo. Presso molti editori italiani troviamo albi illustrati d’Oltralpe che propongono stili e contenuti nuovi, come La gallinella rossa di Pilar Martinez e Marco Somà, Ed. Kalandraka che in suggestivi spazi dell’aperta campagna presenta particolari aspetti del lavoro, della fatica, della tenacia messi in piena luce dalla gallinella protagonista.


DUE IN UNO: AUTORE E ILLUSTRATORE
– Spesso l’irrinunciabile sintonia tra testo ed immagini è assicurata dalla perfetta collaborazione di un valido scrittore con un altrettanto valido illustratore, come avviene in Fiabe coi baffi, edito da Franco Cosimo Panini. Le fiabe sono rivisitate dall’estro di Giusi Quarenghi concorde con un’interpretazione figurativa assicurata dal talento di Anna Curti. La tendenza delineatasi già da tempo fuori d’Italia e affermatasi sempre più nel nostro Paese è quella di un artista che assume in sé il ruolo sia di scrittore del testo sia di autore delle illustrazioni. Una duplice personalità, quindi, che la critica ha spesso apprezzato. É il caso di Bestie una novità di Fabian Negrin per la Casa Gallucci. Con il background di una quieta passeggiata in automobile di due bambini, Giulia e Victor, insieme ai loro genitori si snoda un’avventura che ha come carattere predominante una strana metamorfosi sia di Giulia sia di Victor. Negrin la sa graduare, in fasi diverse, senza imporla, anzi, facendola percepire e capire con le sole immagini, una tappa dopo l’altra.


L’ALBO ILLUSTRATO ANCHE PER FASCE ALTE D’ETA’
– É una tendenza che si va affermando sempre più nel tempo e che, secondo gli editori, trova lettori sempre più numerosi. Ne è fautrice la Casa Orecchio Acerbo, che pur senza dimenticare albi rivolti a lettori più giovani, vanta una quantità di offerte valide anche per un lettore adulto. Basta citare, in questa Fiera, Non giocarti mai la testa con il diavolo che sposa le illustrazioni di un giovane artista, Giacomo Garelli, con un racconto di Edgar Allan Poe pregno di ironia e sarcastico surrealismo. Sempre per Orecchio acerbo un testo di un altro classico, Robert Louis Stevenson: Il pirata e il farmacista. É una ballata inedita che un noto illustratore, Henning Wagenbreth, ha interpretato con immagini di grande formato, giustamente paragonate a suggestivi arazzi straricchi di personaggi e inquadrature. Sempre in ambito letterario troviamo per la Casa Arka “Antoine De Saint-Exupery Alla ricerca del Piccolo Principe” di Bimba Lindman con le tappe più significative della vita dello scrittore francese.

UNA MITOLOGIA DAI VOLTI DIVERSI – Un tema che lettori di tutte le età seguitano ad amare nelle molte versioni che offre è la mitologia che troviamo spesso rivisitata da interventi di vario tipo. Ad esempio è diventato celebre negli Stati Uniti dov’è nato (ma si è diffuso anche in Italia con un certo successo) il modo di presentare l’Olimpo greco adottato da Rick Riordan con una saga dedicata alle classiche divinità greche che si danno da fare in una New York dei nostri giorni: Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo, edizioni Mondadori. Il sesto volume della saga appare quest’anno in Fiera col titolo Il libro segreto e i protagonisti sono semidei. Rick Riordan ha avviato un’altra saga, con i diritti acquisiti ancora da Mondadori. La pubblicazione italiana del primo libro è prevista per i primi di Maggio col titolo L’eroe scomparso. La trama prevede uno scontro tra gli dei greci e quelli che Riordan considera appartenenti al mondo dei Romani. Se Riordan coinvolge nel suo presente-passato lettori adolescenti, Luisa Mattia propone il racconto mitologico a lettori più giovani con Benvenuti sull’Olimpo; così pure Gianna Carioli con Una sfida per gli dei, entrambi usciti nella collana “I mitici” edita da Gribaudo.

LA VITA A CONTATTO CON LA NATURA – Un argomento che coinvolge sempre più bambini, ragazzi e adulti è la conoscenza e l’apprezzamento delle offerte della natura attorno a noi. Quasi appare come una aspirazione all’evasione da spazi e atmosfere di cui si è saturi, come il cemento e le metropoli. Giuseppe Festa, con Il passaggio dell’orso, ed. Salani, mette in scena Kevin e Viola, due giovani volontari nel Parco nazionale d’Abruzzo, ben determinati a salvare un cucciolo d’orso, orfano di madre, che non sa cavarsela da solo nella foresta e rischia di esser preda di un gruppo di bracconieri e di loschi affaristi. Aggiunge vigore alla trama movimentata lo sfondo del Parco più bello d’Italia. Sempre nell’ambito della natura, ma con un taglio tutto particolare, quello del primo “experience book” italiano. Le edizioni Salani pubblicano Una bambina e tanti animali di Caterina Bernardi. Il cosiddetto experience book designa libri che, come questo, regalano un’esperienza diretta su personaggi, ambienti, situazioni presenti nel volume. Caterina Bernardi parla delle molte esperienze di Raia, una bambina che cresce tra gli animali nella libertà offertale dalla vita in fattoria. L’autrice dona a tutti i bambini che vogliono usufruire del coupon annesso al libro una visita gratuita alla fattoria dove si svolge il racconto, per conoscere in diretta, con la sua guida, gli animali di cui si parla nelle pagine.

UN IRRINUNCIABILE PIZZICO DI HUMOUR – Le trovate umoristiche migliori si trovano negli albi illustrati, ma ce n’è anche una discreta riserva nei libri di fiction, specialmente quelli che si rivolgono a lettori che hanno lasciato da poco l’infanzia e si avviano alla soglia dell’adolescenza. Tra i libri italiani troviamo, di Annalisa Strada, “I mestieri di papà”, Edizioni Nord Sud. Presenta la vita (vita segreta, si badi bene!) di molti papà ciascuno impegnato in un mestiere insolito: dal collaudatore di pigiami all’annusatore di panetterie, dal cacciatore di calzini all’ascoltatore di uova. E tutti se la passano bene, così bene che ogni lettore cerca di immaginarsi un mestiere altrettanto originale. Un posto di primo piano nel raccontare storie esilaranti è occupato da autori come i francesi Sempé e Goscinny. La casa Donzelli si occupa da tempo del recupero degli scritti di questi due grandi umoristi, in particolare delle storie del piccolo Nicolas. In questa fiera la novità presentata è Il piccolo Nicolas si diverte un mondo.

26 marzo 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti