I consigli per gli aspiranti scrittori

Blocco dello scrittore, ecco i 4 peggiori ostacoli e come superarli

Avete delle pagine nascoste nella scrivania e siete convinti di aver scritto solo spazzatura, che nessuno vi leggerà mai e che non sarete mai dei grandi autori? Avete il classico blocco dello scrittore

MILANO – Il cursore lampeggia sulla pagina bianca. Le idee in testa sono davvero tante, ma metterle per iscritto è davvero un grande problema. Bisogna pensare ai personaggi, alla trama, agli intrecci, al finale….Impossibile! Scrive un libro è impossibile! Se questa è la vostra sensazione quotidiana, ogni qual volta vi accingete a scrivere qualcosa, tranquilli: avete il classico blocco dello scrittore, e venirne fuori è possibile. Secondo l’Huffington Post  sono 4 i più importanti  blocchi, ed ecco come superarli.

 

1 . La trama del mio libro è pessima – Calma! La vostra storia non fa schifo…non può essere cosi perché non avete ancora cominciato! Tutti i libri, anche quelli più famosi, sono iniziati con un’idea banale…è per questo che molti scrittori, inizialmente, non vogliono mai parlare dei loro progetti. Vogliono aspettare, giustamente, di avere tutte le idee ben chiare in testa. Quindi, sedetevi e respirate a fondo. Iniziate a farvi alcune domande, tipo: perché un lettore dovrebbe rimanere interessato alla mia storia? Il punto di vista che ho scelto per raccontare, funziona bene? C’è conflitto tra i personaggi, e come posso risolverlo? Ma soprattutto ricordatevi di non avere troppe pretese da voi stessi…ricordatevi: tutti i libri sono iniziati da una semplice frase.

 

2 . Non pubblicherò mai il mio libro – Probabilmente no, almeno per ora. Scrivere un libro è un percorso lungo, e ci vuole pazienza. Non abbiate fretta. Sicuramente nessuno è diventato uno scrittore con un libro incompiuto. Quindi, andate per ordine: una volta concluso il libro, non correte subito a cercare un editore interessato. Date un secondo sguardo, più obiettivo, al vostro lavoro e fatevi aiutare anche da qualche amico fidato che giocherà il ruolo di ‘critico’. Solo a questo punto siete pronti per cercare un editore oppure valutare la possibilità del self-publishing.

 

3 . Non sono uno scrittore – Se scrivi, sei uno scrittore. E’ molto semplice. Ovviamente, come in qualsiasi attività ci vuole pratica. Bisogna esercitarsi ogni giorno, provare e riprovare, facendo errori. Non creerete il romanzo perfetto in un solo giorno al primo tentativo. Iniziate piano piano, magari facendo un corso di scrittura creativa oppure partecipando a delle conferenze e  leggendo libri.

 

4 . Non ho abbastanza tempo per scrivere – Avete un lavoro? Vi piace guardare la televisione? Praticate sport oppure avete dei figli? Benissimo! E’ la vita. Per scrivere non serve necessariamente essere degli eremiti. La questione è: come è possibile riorganizzare il proprio tempo? Createvi dei vostri piccoli rituali. Per esempio: dopo aver lavato i piatti, e messo a letto i bambini, ritagliatevi anche solo 10 minuti per buttare giù le vostre idee…Vedrete! Dopo sarà tutto più naturale! Ovviamente dovete tenere a mente che ci vogliono un po’ di sacrifici.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti