Bertolt Brecht, le frasi e gli aforismi celebri

Oggi il mondo delle lettere si ferma a ricordare uno dei personaggi più grandi e influenti di tutto il novecento: Bertolt Brecht, poeta, drammaturgo e regista tedesco
Gli aforismi di Bertolt Brecht

MILANO – Oggi il mondo delle lettere ricorda uno dei personaggi più grandi e influenti di tutto il novecento: Bertolt Brecht, poeta, drammaturgo e regista tedesco.  Tra le sue opere più importanti, ricordiamo sicuramente “Tamburi nella notte” e “Opera da tre soldi”, ma sono davvero tanti i successi di Bertolt Brecht. Oggi, per celebrare l’anniversario della scomparsa di uno dei più grandi personaggi del ‘900, abbiamo raccolto le sue citazioni più celebri.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi dello scrittore !

.

“ E il peggio è che, tutto quello che scopro, devo gridarlo intorno. Come un amante, come un ubriaco, come un traditore.”

.

“Sventurata la terra che ha bisogno d’eroi.”

.

“ La legge è fatta esclusivamente per lo sfruttamento di coloro che non la capiscono, o ai quali la brutale necessità non permette di rispettarla.”

.

“ Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.”

.

“Non sembrare quel che si è, è una disgrazia per se stessi. Sembrare quel che non si è, è una disgrazia per gli altri.”

.

“Il pensare è uno dei massimi piaceri concessi al genere umano.”

.

“Chi combatte rischia di perdere, chi non combatte ha già perso.”

.

“Di tutte le cose certe, la più certa è il dubbio.”

.

“Intelligenza non è non commettere errori, ma scoprire subito il modo di trarne profitto.”

.

 

© Riproduzione Riservata