Libri come oggetto di design

Arriva la libreria-pentagramma dove i libri diventano ”Note”

Le librerie hanno smesso di fungere a meri contenitori di libri. E il Salone del Mobile ne è stato un chiaro esempio, perché sono stati molti i designer che hanno presentato al pubblico librerie di design dall'aspetto davvero accattivante...

Le librerie sempre più protagoniste del mondo dell’arredamento e del design. Mario Mazzer ci presenta ”Note”, la libreria innovativa esposta al Salone del Mobile di Milano

 

MILANO – Una sorta di pentagramma dove i libri diventano note. E’ questa la libreria innovativa realizzata dal designer Mario Mazzer e presentata qualche settimana fa al Salone del Mobile, dove sono stati molti i designer che hanno presentato al pubblico librerie di design dall’aspetto davvero accattivante, senza però dimenticare la funzionalità, librerie ecologiche, emozionali, invisibili. Ecco come il designer Mario Mazzer ci illustra la sua libreria realizzata in chiave musicale.

 

In cosa consiste la libreria Note?

E’ una libreria da porre a parete o centro stanza per dividere la zona dining da quella living. NOTE è caratterizzata da asse verticali sostenute da asse orizzontali, una sorta di pentagramma dove le note sono i libri che, disposti a proprio gusto, offrono l’immagine di una personale melodia.

 

Le librerie sono concepite ancora come un elemento d’arredo indispensabile per la casa?

Questa in particolare nasce per i libri ma anche per collocare i segni che ci accompagnano (oggetti e memorie), quindi è molto trasversale e spero indispensabile.

 

Come sono cambiate negli ultimi anni con l’arrivo degli e-book?

Il libro digitale sta certamente modificando lo spazio destinato alla libreria. Oggi molti romanzi sono letti su ebook ma credo che un buon romanzo che ci ha emozionato lo vogliamo riporre nella nostra libreria di casa. E’ difficile oggi che qualcuno acquisti delle enciclopedie per tramandare, perché tutte le informazioni le ricerchiamo online.

 

Quali sono i gusti e le tendenze degli ultimi anni in questo campo?

La libreria è sempre meno solo un contenitore di libri, è diventato sempre di più un elemento architettonico capace di caratterizzare la casa.

 

Come è possibile rendere i libri protagonisti dei luoghi della casa?

Attraverso un’educazione culturale che ponga la conoscenza al centro della nostra vita, spazio sempre più conquistato oggi dalla comunicazione televisiva con i serial e i reality.

 

E’ possibile affermare che i libri possono arredare la casa?

La libreria è il nostro specchio. Guardando la libreria di una casa possiamo intuire i gusti, la cultura e la personalità di chi vi abita. Quindi possiamo concludere che la libreria domestica è molto più di un elemento d’arredo.

 

20 maggio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti