I libri invadono le città

Arriva in Italia ”LibEro”, quando è il libro che va a caccia dei lettori

Domenica pomeriggio. Giornata di sole. Voi, state passeggiando tranquillamente nella via del centro quando, ad un certo punto, su una vecchia panchina notate un libro. Intorno a lui non c’è nessuno e la vostra curiosità è troppo forte...

Libro Libero è una bella iniziativa per la condivisione della letteratura. Che succederebbe se foste voi i protagonisti?

MILANO – Domenica pomeriggio. Giornata di sole. Voi, state passeggiando tranquillamente nella via del centro quando, ad un certo punto, su una vecchia panchina notate un libro. Intorno a lui non c’è nessuno e la vostra curiosità è troppo forte. Quindi vi avvicinate, sbirciate il titolo e … la tentazione è troppo forte: dovete aprirlo! E la prima cosa che leggete è un invito: “Prendimi. Portami via con te!”. Vi sembra la trama di un fantastico libro? No. E’ un episodio che potrebbe vedervi presto protagonisti grazie a Libro Libero per la condivisione della letteratura che si ispira al concetto di Bookcrossing.

LIBRO LIBERO – Questa splendida idea di condivisione nasce oltreoceano, da un gruppo di giovani studenti che, per vivere (e far vivere) una fantastica avventura, avevano deciso di ‘liberare’ dei libri. Ovvero, lasciarli in un luogo pubblico in attesa che il nuovo proprietario lo prendesse con sé e poi a sua volta lo lasciasse in un nuovo posto, nelle mani di un nuovo lettore. E cosi è nata questa specie di staffetta letteraria per diffondere le storie, l’amore per i libri e la letteratura.

IL MESSAGGIO – Potrebbe presto capitare anche a voi, quindi, di trovarvi in un luogo pubblico (in un parco, sulla metro oppure all’interno di un treno) e trovarvi di fronte ad un libro con questo messaggio: “Se mi stai tenendo fra le mani è perché dovevi essere tu a trovarmi. Io sono un Libro Libero, non ho una casa e non sono di nessuno in particolare: appartengo a chi mi vuole leggere. A chi ama leggere. Prendimi, fammi tuo…e poi abbandonami ancora. Lascia che anche altri possano leggere queste parole. Fa che anche altri conoscano la storia che ho da raccontare. Se arriverò lontano, se saranno in tanti a leggermi, questo sarà anche grazie a te. Tutti possono comprare un libro e tenerselo in casa. Ma non tutti possono provare il piacere e la gioia di tenere fra le mani un libro sapendo che quelle pagine hanno decine, centinaia di storie diverse da raccontare. E non solo quella del suo autore. Vedrai: sarà un gran bel viaggio!”. Sì, un viaggio che ha già contagiato tutti i booklovers che non possono non rimanere affascinati da quest’atmosfera misteriosa degna di un best seller.

I LIBRI LIBERATI A portare anche in Italia questa iniziativa è stato il blog TerraMatta che, dallo scorso gennaio, ogni mese libera un libro e lo lascia al suo destino in attesa di trovare un nuovo proprietario. Per ora, i libri liberi che potreste trovare sul vostro cammino sono:  ‘Sulla strada’ di Jack Kerouac, ‘La Malora’ di Beppe Fenoglio’ e il manuale ‘Descrizione di un luogo’. Se foste voi i fortunati prescelti il vostro compito sarà più che mai semplice: godetevi il libro, assaporatelo, fatelo vostro e poi, di nuovo, liberatelo e date la possibilità ad un altro lettore di fare un’altra storia.

L’OBIETTIVO – Si dice che in ogni libro, oltre all’anima di chi l’ha scritto, giace anche quella di chi lo legge. Ed è proprio questo l’obiettivo di LibEro: raccogliere le storie di della catena di autori che si creerà con la condivisione di questi libri liberi che, alla fine dell’anno, saranno 12 in tutto. E voi? Vi è già capitato di imbattervi in uno di questi libri?

Melissa Ceccon

8 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti