Sei qui: Home » Libri » Autori » Arriva dall’Inghilterra la dieta dei libri per i più piccoli

Arriva dall’Inghilterra la dieta dei libri per i più piccoli

Non è certo un segreto che la lettura sia in grado di apporti numerosi benefici sia alla mente che al corpo. Ma è possibile che i libri possano anche aiutare i bambini a perdere peso?...

Secondo una ricerca condotta in Inghilterra presso il Duke Children’s Hospital, la lettura di alcuni romanzi che propongono messaggi e modelli aiuterebbe i bambini sovrappeso nel loro processo di dimagrimento

MILANO – Non è certo un segreto che la lettura sia in grado di apporti numerosi benefici sia alla mente che al corpo. Ma è possibile che i libri possano anche aiutare i bambini a perdere peso? Secondo una ricerca condotta presso il Duke Children’s Hospital di Durham, in Inghilterra, e pubblicata sul magazine Science Daily parrebbe proprio di sì. I ricercatori hanno scoperto infatti che la lettura di romanzi adeguati può aiutare i bambini sovrappeso a raggiungere il proprio peso forma.

LA RICERCA E I SUOI RISULTATI – I ricercatori del Duke Children’s Hospital hanno chiesto ad un gruppo di pazienti di età compresa tra i 9 ed i 13 anni che stavano prendendo parte ad un programma di dimagrimento di leggere un romanzo per ragazzi intitolato “Lake Rescure”. Questo progetto parallelo è stato realizzato grazie all’aiuto di esperti in pediatria, con l’intento di fornire ai bambini messaggi significativi e mirati e modelli adeguati. Sei mesi dopo i ricercatori hanno osservato che 31 delle ragazzine che avevano letto il romanzo consigliato avevano evidenziato una sostanziale diminuzione dell’indice di massa corporea, se comparato con quello di un gruppo di 41 ragazzine che non avevano preso parte a questo progetto aggiuntivo.

I LIBRI E IL DIMAGRIMENTO – “Durante la mia carriera di pediatra, non ricordo le volte in cui ho suggerito ai genitori di acquistare ai loro figli un libro che potesse aiutarli a fornire utili consigli, ma non ho mai avuto modo di poter dimostrare gli effetti benefici di questo mio suggerimento attraverso i dati scientifici di una ricerca” ha affermato Sarah Armstrong, direttore salute e benessere presso l’ospedale in cui ha avuto luogo la ricerca. “L’idea che un libro possa contribuire alla perdita di peso e alla diminuzione del valore dell’indice di massa corporea è incoraggiante perché è un valore aggiunto efficace e da non sottovalutare, in un mondo in cui non vi sono numerose alternative” ha aggiunto la dottoressa.

I BAMBINI E L’OBESITA’ – Secondo recenti studi, il fenomeno dell’obesità sta diventando sempre più dilagante tra i bambini. Il 16%dei ragazzi di età compresa tra i 6 e i 19 anni sono sovrappeso o obesi. Si tratta di un valore che è letteralmente triplicato dal 1980. I ricercatori stanno cercando numerosi modi per riuscire a far mantenere in forma i bambini, a perdere peso e ad integrare nelle proprie abitudini quotidiane l’attività fisica. Tuttavia secondo la dottoressa Armstrong “molti pazienti tuttavia non lavorano in modo adeguato, rendendo così come uniche soluzioni efficaci per la perdita di peso l’assunzione di medicinali con pesanti effetti collaterali, o addirittura il ricorso ad interventi chirurgici”.

I BENEFICI DELLA LETTURA SUL PROCESSO DI DIMAGRIMENTO – Mentre la diminuzione del valore dell’indice di massa corporea attribuibile alla sola lettura dei libri è piuttosto esiguo, la Armstrong sostiene come questo dato sia molto incoraggiante, in quanto questo indice tende tipicamente ad aumentare nei bambini durante il periodo della crescita e dello sviluppo. Questo valore va bene fintanto segue una normale curva di progressione Nei bambini obesi o sovrappeso, invece, questo dato tende ad impennarsi, aumentando in modo esponenziale. “Se l’indice di massa corporea diminuisce nei  bambini sovrappeso, ciò significa che hanno perso peso o che sono cresciuti in altezza e non hanno acquistato altri chili. Entrambi sono segnali positivi in tutti coloro che stanno cercando di dimagrire”.

22 settembre 2013

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

A Pordenonelegge, il primo libro social de ”il scritore” Natalino Balasso

La saga di Shadowhunter domina la classifica settimanale delle vendite di Amazon

Successivo

Lascia un commento