Ansia e depressione in Inghilterra si combattono con i libri

Chi ama leggere lo sa: i libri riescono a curare tante cose. Questa intuizione è alla base del progetto ''Reading Well Books on Prescription'', dell'associazione inglese Reading Agency, un modo per dare ai pazienti libero accesso, attraverso la loro biblioteca locale, ai testi sulla cura di sè per i problemi di salute più comuni...

Nel Regno Unito prescrivere libri per combattere problemi di salute è diventata pratica comune grazie al programma “Reading Well Books on Prescription”. In tre mesi più di 100 mila persone hanno usufruito del servizio, che consente ai pazienti di avere libero accesso presso la biblioteca locale ai testi sulla cura di sé

MILANO – Chi ama leggere lo sa: i libri riescono a curare tante cose. Questa intuizione è alla base del progetto “Reading Well Books on Prescription”, dell’associazione inglese Reading Agency, un modo per dare ai pazienti libero accesso, attraverso la loro biblioteca locale, ai testi sulla cura di sè per i problemi di salute più comuni. Come riportato dalla testata medica Pulse, nei primi tre mesi successivi al lancio del progetto, avvenuto in giugno, oltre 100 mila persone hanno usufruito del servizio e il prestito dei titoli raccomandati è aumentato del 145%.

LE PATOLOGIE TRATTATE – I testi sono basati su terapie cognitive comportamentali che possono curare diverse patologie, come l’ansia, la depressione, le fobie e i disordini alimentari, e possono sia costituire un trattamento a parte sia essere accompagnati da altre terapie. Il successo della terapia ha portato l’Arts Council inglese ad accordarsi con la Reading Agency per espandere ulteriormente il proprio lavoro nelle biblioteche, trattando anche i pazienti affetti da demenza.

IL SUCCESSO DELLA TERAPIA – Spiega la Dottoressa Liz England, medico di Birmingham a capo della commissione RGCP (la Royal College of General Practitioners, il collegio dei medici generici) sulla salute mentale: “Penso sia un grande risultato quello raggiunto dal ‘Reading Well Books on Prescription’. Dalla prospettiva di medico, grazie al progetto posso offrire ai pazienti una grande opportunità per permetter loro di capire la propria malattia e il benessere che possono raggiungere in modo facilmente accessibile”. La speranza della Dottoressa è che il progetto continui a crescere ed espandersi, arrivando a includere anche differenti supporti, come ad esempio gli audio libri o i DVD, e permettere a sempre più pazienti di poter usufruire del servizio.

UN PROGRAMMA PREZIOSO – “Le patologie come l’ansia e la depressione sono molto comuni, e aiutare le persone a capirle può fare in modo che queste siano maggiormente in grado di gestirle – ha detto il ministro della Salute, Norman Lamb – Questa ragione, unita alla facilità con cui è possibile accedere al servizio, rende il programma così prezioso”.

Elena Chiara Liguori

18 febbraio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti