La classifica italiana dei best seller

Andrea Camilleri torna in libreria e in vetta alla top ten delle vendite

Non è una sorpresa il ritorno di Andrea Camilleri ai vertici della top ten italiana delle vendite. L'ultimo suo libro, targato Sellerio, non è però uno della serie di Montalbano...

Si intitola ”Inseguendo un’ombra” il nuovo romanzo dell’autore siciliano in vetta alla top ten. Salgono sul podio ”Non è più come prima” dello psicanalista Massimo Recalcati e ”La sirena”, l’ultimo giallo di  Camilla Läckberg

MILANO – Non è una sorpresa il ritorno di Andrea Camilleri ai vertici della top ten italiana delle vendite. L’ultimo suo libro, targato Sellerio, non è però uno della serie di Montalbano, ma un romanzo a metà tra lo storico e la finzione letteraria più ardita. Dietro di lui, sale in seconda posizione il saggio dello psicanalista Massimo Recalcati ”Non è più come prima”, sull’importanza del perdono nelle relazioni amorose. Sul terzo gradino del podio troviamo un nuovo ingresso – ma, anche in questo caso, si tratta di un nome che siamo abituati a vedere nelle parti alte della classifica –, Camilla Läckberg con “La sirena”. L’altra new entry è il terzo capitolo della saga “Divergent”, “Allegiant”, di cui si attende l’arrivo del primo film al cinema.

“Inseguendo un’ombra”  di Camilleri racconta la storia di Samuel Ben Nissim Abul Farag, di Guglielmo Raimondo Moncada, di Flavio Mitridate. Non si tratta di tre persone, ma di un solo individuo, ispirato a un personaggio realmente esistito. Attraverso di lui l’autore racconto il lato oscuro della civiltà dell’Umanesimo. Le strade del suo personaggio si moltiplicano e si confondono. Partono dalla giudecca di Caltabellotta, in Sicilia, e lungo il Quattrocento si inoltrano nelle capitali, nelle corti piccole e grandi, negli studioli umanistici, nelle Accademie e nelle Università. È un ebreo convertito, poliglotta, esperto soprattutto in lingue orientali, che aizza alla persecuzione e all’aggressione dei correligionari di una volta. Si fa traduttore e maestro di letteratura cabbalistica e mette a disposizione degli umanisti (fra essi Giovanni Pico della Mirandola) la kabbaláh ebraica. Ha una sua maniera gelida di ricorrere al delitto. E se talvolta la sua temperatura è umana, è perché si riscalda quando si incontra con ragazzi sgarbati o consenzienti, armati sempre di bellezza. Il romanzo segue fino alla sparizione  l’arco della vita del protagonista, incarnazione di un enigma espugnabile solo con gli strumenti di una letteratura.

In “Non è più come prima”, Recalcati parla degli amori che durano, anche di fronte all’esperienza traumatica del tradimento e dell’abbandono. Cosa accade in questi legami quando uno dei due vive un’altra esperienza affettiva? Cosa accade poi se chi tradisce chiede perdono? Possiamo confrontarci con l’offesa subita, con il dolore inflitto da chi per noi è sempre stato una ragione di vita? Questo libro elogia il perdono come lavoro lento e faticoso che non rinuncia alla promessa di eternità che accompagna ogni amore vero.

Torna ad appassionare i lettori con un nuovo giallo Camilla Läckberg ne “La sirena”. Impegnato nel lancio del suo romanzo d’esordio, Christian Thydell riceve un mazzo di gigli bianchi e una busta con un biglietto, l’ennesimo. Sul cartoncino bianco riconosce la stessa calligrafia elaborata che da oltre un anno lo perseguita, e finisce per crollare. A Erica Falck, sua preziosa consulente nella stesura del libro, confessa di ricevere da tempo oscure lettere anonime. Uno sconosciuto lo minaccia di morte, e il pericolo si fa sempre più vicino. Quando dal ghiaccio lungo la costa viene ripescato il corpo di un vecchio amico di Christian misteriosamente scomparso tre mesi prima, l’ispettore Patrik Hedström si convince che tra i due episodi ci sia una relazione e comincia a indagare. Intanto Erica, in attesa di due gemelli, decide di seguire una pista tutta sua. Chi meglio di lei infatti conosce la psicologia di uno scrittore? Sa bene che, quando si scrive, si finisce sempre per infilare nella trama anche qualcosa della propria vita. Il presente torna così a intrecciarsi a drammi che hanno la loro origine in tempi lontani, in una fumosa e tormentata concatenazione di cause ed effetti che si trascina negli anni.

1.    Andrea Camilleri – Inseguendo un’ombra – Sellerio – € 14,00
2.    Massimo Recalcati – Non è più come prima – Cortina – € 13,00
3.    Camilla Läckberg – La sirena – Marsilio – € 18,50
4.    Albert Espinosa – Braccialetti rossi – Salani – € 12,90
5.    Veronica Roth – Allegiant – De Agostini – € 14,90
6.    Andrea Vitali – Premiata ditta sorelle Ficcadenti – Rizzoli – € 18,50
7.    Francesco Guccini – Nuovo dizionario delle cose perdute – Mondadori – € 12,00
8.    Alan Friedman – Ammazziamo il gattopardo – Rizzoli – € 18,00
9.    Mario Giordano – Non vale una lira – Mondadori – € 17,00
10.    Michele Serra – Gli sdraiati – Feltrinelli – € 12,00

1 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti