Andrea Camilleri annuncia addio a Twitter a causa di uno scherzo, ma è una bufala

Camilleri annuncia la chiusura del suo profilo Twitter per uno scherzo di cattivo gusto, ma è una bufala. Abbiamo verificato la veridicità tramite persone vicine all'autore di Montalbano, che precisano che quel profilo non ha niente a che fare con il vero Camilleri...

 

Il profilo @CamilleriAnd firmato ANDREA CAMILLERI, scrittore. Official Twitter Account, in realtà non ha nessun rapporto con lo scrittore siciliano
 

MILANO – Camilleri annuncia la chiusura del suo profilo Twitter per uno scherzo di cattivo gusto, ma è una bufala. Abbiamo verificato la veridicità tramite persone vicine all’autore di Montalbano, che precisano che quel profilo non ha niente a che fare con il vero Camilleri.

 

IL FALSO PROFILO – Il profilo si professa Official Twitter Account dello scrittore, ma dall’ufficio stampa Sellerio ci hanno detto di non essere a conoscenza del fatto che l’autore fosse presente sul celebre social network. Abbiamo poi avuto conferma da Valentina Alferj, assistente di Camilleri, che si tratta di un falso profilo: il creatore di Montalbano non ha mai avuto un account twitter. Ci facciamo dunque portavoce del suo messaggio di non dare credito a quanto qui riportato.

LA VICENDA – Da questo account era stato mandato qualche ora fa un tweet con cui il finto Camilleri annunciava di aver ricevuto una telefonata di Elisabetta Sgarbi di Bompiani, che gli avrebbe dato notizia della morte di Umberto Eco. Un’ora dopo, in un nuovo tweet si dava smentita della notizia. Il falso Camilleri dichiarava di essere vittima di uno scherzo, dopo di che dava il suo addio a Twitter, lanciando nel suo ultimo tweet una provocazione a tutti gli affezionati alla piattaforma di microblogging: chiudere, in segno di protesta, anche solo per un giorno, il proprio profilo. Sulla rete, come prevedibile, si sono già scatenati 

 
I TWEET  DEL FALSO CAMILLERI
– Riportiamo qui di seguito i tweet che hanno portato alla decisione.
Mi telefona da Bompiani Elisabetta Sgarbi: è morto Umberto Eco. Sono sconvolto.
Scusate. Non era la Sgarbi nè Eco era morto. Solo mi hanno fatto uno scherzo infame. Vi prego, scusatemi!
Comunque, esperimento chiuso. Due volte già mi hanno ‘rubato’ il profilo. Poi gli scherzi infami. E pure i falsi.
Twitter è una macchina infernale, una giungla senza controlli. Io chiudo questo conto e me ne vado.
Prima di andarmene, vi faccio una proposta. Chiudete anche voi, magari per un giorno solo, il vostro profilo Twitter. Comincio io.

Da parte nostra suggeriamo a Twitter di verificare i falsi profili, soprattutto legati ai personaggi pubblici, perché sono pericolosi per l’informazione e per la privacy stessa degli interessati.

6 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti