Sei qui: Home » Libri » “Anche io”, il libro sulla storia dell’inchiesta del movimento #Meetoo

“Anche io”, il libro sulla storia dell’inchiesta del movimento #Meetoo

Arrivato nelle librerie italiane il 10 gennaio, "Anche io" è il libro-inchiesta che ricostruisce la storia del movimento #Metoo a partire dalle denunce degli abusi sessuali nell'ambiente hollywoodiano.

Il libro di cui vi parliamo oggi è “Anche io. Ti senti di dichiararlo?“, uscito il 10 gennaio nelle librerie italiane ed edito da VallardiUn libro-inchiesta che sviscera il caso Harvey Weinstein, racconta l’ambiente hollywoodiano e i meccanismi di abusi sessuali denunciati in questi anni e ripercorre le origini del movimento #Metoo, che ha cambiato per sempre il volto del cinema statunitense.

Da “Anche io. Ti senti di dichiararlo”, entrato a far parte dei best seller del New York Times, è anche stata tratta una pellicola diretta da Maria Schrader con protagoniste Zoe Kazan e Carey Mulligan. Le autrici del libro, Jodi Kantor e Megan Twohey, sono due giornaliste investigative che, grazie all’inchiesta raccontata in “Anche io”, hanno ottenuto il Premio Pulitzer.

Il Washington Post ha così commentato l’opera:

«È già un classico del giornalismo investigativo. È il Tutti gli uomini del presidente dell’era #Metoo».

Ma andiamo a scoprire di più su “Anche io. Ti senti di dichiararlo?” e sulle sue autrici!

“Anche io”, Hollywood, gli abusi e la nascita del movimento #Metoo

Quando, il 5 maggio 2017, Jodi Kantor e Megan Twohey pubblicano sul New York Times il risultato  della loro inchiesta, Harvey Weinstein è il produttore più potente di Hollywood, nonostante le voci  sulle sue presunte molestie ai danni di attrici e collaboratrici circolino da anni.  Questa volta è diverso: grazie a un’intuizione giornalistica le due reporter riescono a rompere la rete  di omertà e connivenze che Weinstein ha costruito negli anni con minacce, accordi di riservatezza e  risarcimenti.

Riescono a ottenere le testimonianze dirette di alcune delle vittime, convincendole a  uscire allo scoperto. Ma Weinstein non è tipo da cadere senza combattere e ostacola le indagini in  ogni modo: intimidazioni, minacce, pressioni col supporto di avvocati di alto profilo e investigatori  privati assoldati per gettare discredito sulle due giornaliste. Fino a una drammatica resa dei conti il  giorno precedente la pubblicazione del primo articolo del reportage che frutterà il premio Pulitzer  alle sue autrici.

L’articolo di Kantor e Twohey scoperchia un vaso di Pandora di molestie e abusi  sessuali, segnando l’inizio di un cambiamento epocale. Con l’hashtag #MeToo escono allo scoperto  altre sopravvissute, mentre donne di tutto il mondo trovano finalmente il coraggio di denunciare gli  abusi subiti. Per la prima volta, gli uomini sono chiamati a rispondere delle proprie azioni, in una  presa di coscienza collettiva senza precedenti.  

Nella tradizione del grande giornalismo investigativo, Anche io è una storia sul potere della verità.  Un libro per scoprire tutto quello che non è ancora stato raccontato su un momento centrale del  nostro tempo e per restituire finalmente ascolto e dignità alle donne che hanno trovato la forza di  parlare, per se stesse, per le altre vittime e per le generazioni future. 

Jodi Kantor e Megan Twohey

Jodi Kantor e Megan Twohey, le autrici di “Anche io”, sono due giornaliste investigative del New York Times e collaborano  abitualmente con le principali testate e agenzie di stampa americane. Nei loro reportage hanno dato  voce a donne, bambini, lavoratori. Per la loro inchiesta su Harvey Weinstein e gli abusi sessuali a Hollywood hanno ricevuto il Premio Pulitzer per il miglior giornalismo di pubblico servizio e nel 2018  sono entrate nella classifica delle «100 persone più influenti al mondo» del Time.

Credits: Ufficio stampa Vallardi

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento