Al via la XV edizione della festa del libro

”Amore e guerra”, David Grossman inaugura domani Pordenonelegge 2014

arà l’autore israeliano David Grossman, voce straordinaria di un Paese provato dalla storia, a inaugurare la XV edizione di Pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori...

Al via la XV edizione della festa del libro con 363 autori ospiti, 33 anteprime letterarie, oltre 250 eventi, 5 giorni di festival, 15 mostre e 30 location del centro storico

PORDENONE –  Sarà l’autore israeliano David Grossman, voce straordinaria di un Paese provato dalla storia, a inaugurare la XV edizione di Pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori in programma da mercoledì  a domenica 21 settembre, scandita da  oltre 250 eventi con 363 grandi autori, 33 anteprime letterarie e 15 percorsi espositivi, e con una trentina di location pronte ad accogliere il pubblico del festival nel centro storico di Pordenone. Su “Amore e guerra”, temi portanti dell’’opera letteraria di David Grossman, lo scrittore dialogherà con il direttore artistico del festival, Gian Mario Villlalta, in occasione dell’incontro in programma mercoledì alle 18.30, al Teatro Verdi.

LE ANTEPRIME – A pordenonelegge, come sempre, moltissime anteprime di riferimento della nuova stagione letteraria:  novità di spicco saranno, domenica 21 settembre, le autobiografie di Giancarlo Giannini e Dino Zoff,  che hanno scelto pordenonelegge per presentare rispettivamente “Sono ancora un bambino (ma nessuno mi può sgridare)”, e “Dura solo un attimo, la gloria”, in dialogo con il Premio Strega Francesco Piccolo.  In anteprima, al festival anche i nuovi libri di Margaret Atwood, Michael Dobbs, Corrado Augias, che torna al romanzo, Andrea De Carlo, Mauro Covacich, Vito Mancuso, Armando Massarenti, Pierluigi Cappello, Nicola Lagioia, Masolino D’Amico, David Van Reybrouck, Giorgio Diritti, Tony Laudadio, Marco Anzovino E Remo Anzovino, Kathrine Pancol, Deborah Levy, Caleb Crain, Kim Thuy, Simon Pasternak, Fredrik Backman, Hannah Kent, Simone Marcuzzi, Bianca Leoni Capello.

GLI INCONTRI PRINCIPALI – A chiudere il festival, nella serata di domenica 21 settembre sarà Erri De Luca con l’anteprima de “La musica provata”, su musiche di Stefano Di Battista e Nicky Nicolai.  Pordenonelegge 2014 conferisce a Umberto Eco il Premio FriulAdria La Storia in un romanzo, sabato prossimo: farà seguito la la lectio magistralis del semiologo su “Storia e letteratura”. Anteprima anche per l’incontro con Gennaro Sangiuliano che porta al festival l’ultimo saggio scritto a quattro mani con Vittorio Feltri: “Il Quarto Reich, come la Germania ha sottomesso l’Europa”.  A pordenonelegge inoltre l’esordio letterario di Francesco Mari e Alessandro Toso, e le anticipazioni sul nuovo romanzo di Boris Pahor in uscita il prossimo autunno. Pordenonelegge editore rilancia: il festival pubblicherà i volumi della nuova Collana Gialla di poesia, in collaborazione con LietoColle. Escono questi giorni le raccolte di Clery Celeste e Giulio Viano, La traccia delle vene e Iridi artiche, che si aggiungono ai due volumi pubblicati a luglio, Tua e di tutti di Tommaso Di Dio e Suite per una notte di Giulia Rusconi. I quattro volumi saranno presentati venerdì 19 settembre.  Pordenonelegge presenterà inoltre in anteprima otto racconti inediti a firma di Tullio Avoledo, Marcello Fois, Michele Mari, Rossella Milone, Giulio Mozzi, Valeria Parrella, Antonio Pascale e Laura Pugno, per il progetto La mappa dei sentimenti 2014. Gli otto scrittori racconteranno rispettivamente l’Odio, l’Inquietudine, l’Invidia, la Gelosia, la Speranza, l’Amore, la Felicità e l’Amicizia. I racconti saranno presentati in anteprima venerdì 19 settembre.  

 

I PROTAGONISTI STRANIERI – Fra i grandi protagonisti stranieri un autore di culto del nostro tempo, l’anglo-pakistano Hanif Kureishi, oltre a Jamaica Kincaid, Nicolai Lilin, l’algerino Yasmina Khadra, il russo Vladimir Kantor, la ceca Petra Soukupova. Fra i grandi nomi della letteratura italiana anche i fratelli Carofiglio, Gianrico e Francesco, e Milena Agus con Luciana Castellina,  Francesco Piccolo, Antonio Scurati, Tullio Avoledo, Tiziano Scarpa, Beppe Severgnini, Gianni Biondillo, Marco Malvaldi, Veit Heinichen, Mauro Corona, Angela Staude Terzani, Donato Carrisi, Andrea Vitali, Carlo Lucarelli, Roberta de Falco, Francesco Durante, Sandra Petrignani, Boris Pahor …  Pordenonelegge 2014 incrocia la storia, la scienza, la filosofia: fra protagonisti anche Ulrich Beck, John D. Barrow, Vito Mancuso, Massimo Cacciari, René Major, Massimo Recalcati, Giulio Giorello, Giacomo Marramao, Etienne Klein, Luciano Canfora in dialogo con Miska Ruggeri e Paolo Mieli in dialogo con Luciano Mecacci.  Il percorso delle “Parole in scena” esplora i linguaggi contigui e comunicanti fra spettacolo e letteratura con Alessandro Bergonzoni, Andrea De Carlo, Giorgio Diritti, Fabrizio Gifuni, Giulio Scarpati, Italo Moscati, Massimo Salvianti, Krzysztof Zanussi, Marco e Remo Anzovino. La storia dell’arte sarà al centro dell’incontro con Vittorio Sgarbi per  una esclusiva lezione sui tesori dell’arte in Triveneto. Dell’ambiente intellettuale fatto di furbi storytellers, cattivi maestri e “Intellettuali del piffero” parlerà Luca Mastrantonio.  La poesia aprirà una finestra speciale intorno all’Antologia di Spoon River di E. L. Masters, opera a cui è dedicata anche una mostra in Biblioteca Civica. Ospite speciale sarà Maria Grazia Calandrone, e protagonista di questa sezione sarà il grande poeta spagnolo Antonio Gamoneda, una figura emblematica della letteratura spagnola ed europea.

16 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti