Alice nel Paese delle Meraviglie, ecco le differenze fra i film e il libro

Le avventure della piccola Alice nel Paese delle Meraviglie ha da sempre ispirato la fantasia di adulti e bambini, colpendo l'immaginazione di autori, registi e creativi
Alice nel Paese delle Meraviglie, ecco le differenze fra film e libro

MILANO – Le avventure della piccola Alice nel Paese delle Meraviglie ha da sempre ispirato la fantasia di adulti e bambini, arrivando a colpire anche l’immaginazione di autori, registi e creativi. Anche Libreriamo è rimasta affascinata dal mondo meraviglioso di Alice, dedicandole tutta una linea di prodotti unici ed in vendita solo su Libreriamostore.

LE MOLTE VERSIONI DI ALICE – Sono molti i registi innamoratisi di Alice e numerosissime le trasposizioni ispirate al celebre libro di Lewis Carroll, oltre trenta, e ancor più quelle che ne fanno riferimento solo in parte. Ognuna di queste pellicole ha rappresentato in modo originale i personaggi del Paese delle Meraviglie, rappresentando però anche peculiarità e caratteristiche tipiche degli anni in cui vennero prodotti.

LEGGI ANCHE: Arrivano le lenzuola ispirate ad Alice nel Paese delle Meraviglie per un arredamento da favola

La prima trasposizione venne effettuata nel 1903 in Inghilterra, utilizzando effetti speciali che per l’epoca risultano davvero sorprendenti. Il cast, composto in prevalenza da bambini, riprendeva fedelmente le illustrazioni che John Tenniel realizzò per la prima edizione del celebre libro di Lewis Carroll, puntando quindi più sulla magia del movimento che sulla originalità dei dialoghi di Alice, rappresentati in pochi cartelloni.Da allora furono moltissimi i film dedicati al Paese delle Meraviglie. Tra costumi teatrali imponenti ed effetti speciali sempre più raffinati, passando per musical e cartoni animati, Alice non ha conosciuto crisi nell’immaginario di registi e pubblico.

SCOPRI LE LENZUOLA ISPIRATE AD ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE!

Tra i più noti va sicuramente annoverato il cartoon Disney, tredicesimo film della celeberrima casa di produzione uscito nel 1951. Il cartoon presenta alcune differenze dal libro di Carroll, all’epoca ancora molto letto durante l’infanzia, tanto da suscitare molte critiche da parte del pubblico anglosassone, che considerava un’espropriazione indebita da parte di una industria statunitense di un pezzo della cultura inglese. L’Alice di Disney non ebbe il successo sperato, e venne riscoperta solo più tardi, negli anni Settanta, quando il cinema ed il pubblico si erano abituati a scenari lisergici e salti di trama più fantasiosi.

Alcuni dei personaggi che la Disney decise di tagliare per motivi di tempo furono la Falsa Tartaruga, il Grifone e la Duchessa Brutta, quest’ultimo personaggio centrale del libro di Carroll. Proprio alla Duchessa, antagonista della Regina di Cuori e sdoppiamento del suo personaggio, Libreriamo ha dedicato una delle parure letto che ha realizzato in esclusiva ed acquistabile solo all’interno del Libreriamo Store, riprendendo le illustrazioni che John Tenniel realizzò per la prima edizione del celebre libro.

GUARDA ED ACQUISTA LA PARURE COPRIPIUMINO DELLA LINEA “ALICE IN WONDERLAND”

IL MONDO MERAVIGLIOSO DI ALICE – Se si vuol render la propria casa un mondo fiabesco, dove le leggi naturali vengono meno, dove tutto è possibile e dove trionfa il sogno e la fantasia,  arredare con i prodotti della linea “Alice in Wonderland”, realizzata in esclusiva da Libreriamo, è il modo giusto.  I soggetti, usciti dalla vivace immaginazione di Tenniel, sono resi ancora più unici dalle colorazioni di Libreriamo. Troviamo la piccola Alice alle prese con mazzi di carte impazziti, che volano e fluttuano attorno a lei. O sempre la nostra eroina, con i simpatici animali con cui intrattiene conversazioni intelligenti quanto assurde. Le carte della Regina di cuori, chiamate: Cuori (i Principini), Fiori (i Soldati), Quadri (i Nobili) e Picche (i Giardinieri), intente a svolgere affannosamente gli ordini che la burbera regina affida loro. E ancora la Regina stessa, adirata, che ordina il taglio della testa di Alice. Fra i tanti, non possono mancare il Bianconiglio, sempre trafelato ed in perenne ritardo, tanto da costringere la piccola Alice in rocamboleschi inseguimenti, per la prima volta tranquillo su di un cuscino arredo, e il Cappellaio Matto e la Lepre Marzolina seduti al loro tavolo del Tè.

 

 

© Riproduzione Riservata