LIBRI - Amore e oroscopo nel libro "Dimmi di che segno sei"

Alessia De Luca, ”L’astrologia è una suggestione, ha i suoi lati poetici esattamente come l’amore”

''Il cuore segue sentieri imprevedibili e le stelle in quel caso, non possono far altro che restare a guardare''. Parola di Alessia De Luca, pubblicitaria ed appassionata di astrologia, autrice del libro ''Dimmi che segno sei''. La protagonista è Francesca...

MILANO – ”Il cuore segue sentieri imprevedibili e le stelle in quel caso, non possono far altro che restare a guardare”. Parola di Alessia De Luca, pubblicitaria ed appassionata di astrologia, autrice del libro ”Dimmi che segno sei”, il primo di uan serie di quattro romanzi con protagonista Francesca, una giovane donna a metà tra Bridget Jones e Kerry di Sex and the City, che è particolarmente appassionata di oroscopo e usa l’astrologia un po’ come una psicologia nelle relazioni con le persone, come lente di ingrandimento sul mondo.Una storia divertente e leggera, che ci presenta la stessa autrice i nquesta intervista.

 

Come nasce l’idea e la trama del libro?

Il libro segue in parte la mia vita reale, seppur con una buona dose di fantasia e immaginazione. Sono sempre stata un’appassionata di astrologia e cultura pop ma il mio lavoro è un altro e legato alla scrittura. Mi piaceva l’idea di mettere insieme questi elementi e raccontare una storia d’amore giocando con le stelle, tra ironia, realtà e miti da sfatare.

  

Quanto c’è di autobiografico nel personaggio di Francesca?

Francesca come me è una Scorpione ascendente Leone, segue le sue passioni travolgenti, è una razionale ma pur sempre governata da Marte, il pianeta della guerra e dell’energia. Guarda il mondo con occhi sexy, non può fare a meno di flirtare anche se in fondo è una sognatrice. Forse rispetto a lei, sono decisamente più cinica e ho un rapporto con Roma più conflittuale. Io l’ho lasciata e almeno per ora non ci tornerei a vivere, nemmeno per amore.

 

Sei un’appassionata di astrologia. Quanto ritieni che la gente debba lasciarsi influenzare da ciò che dicono le stelle?

L’astrologia va presa con le pinze. Non è una scienza, ci indica la via, il periodo migliore, sta a noi seguirlo. E’ un rito quotidiano che ci aiuta a prendere meno sul serio quello che ci circonda e quello che siamo, dandoci alle volte spunti positivi per tirare fuori il meglio dalle nostra personalità. Va presa come un test. Più che nelle previsioni astrali, che non hanno la pretesa di far succedere le cose, ritrovo costantemente una similitudine nel carattere dei segni delle persone che mi circondano. Basta farci solo caso.

 

Amore e oroscopo: con questa serie di libri vuoi dimostrare che esiste una forte correlazione tra i due, oppure che l’amore segue strade e vie che nemmeno gli astri possono prevedere?

L’astrologia è una suggestione, ha i suoi lati poetici esattamente come l’amore. Il mio approccio alle stelle è psicologico, noto che alcuni segni in amore tendono a comportarsi in un modo molto simile (soprattutto i maschi del segno!), a ritrovarmi sempre con gli stessi segni e a scontrarmi con altri. L’affinità astrologica è divertente, ma sarò davvero soddisfatta il giorno in cui vedrò due segni incompatibili andare d’amore e d’accordo. D’altronde il cuore segue sentieri imprevedibili e le stelle in quel caso, non possono far altro che restare a guardare.

 

19 aprile 2015
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti