Scrittrice britannica scomparsa all'età di 68 anni

Addio a Sue Townsend, la creatrice di Adrian Mole

E' morta oggi, all'età di 68 anni, la scrittrice britannica Sue Townsend famosa per aver creato il personaggio di Adrian Mole, al centro di numerosi romanzi e di serie televisive...

MILANO – E’ morta oggi, all’età di 68 anni, la scrittrice britannica Sue Townsend famosa per aver  creato il personaggio di Adrian Mole, al centro di numerosi romanzi e di serie televisive. Lo hanno reso noto i familiari, spiegando che si è spenta a seguito di un ictus.

IL DIARIO SEGRETO DI ADRIAN MOLE – Sue Townsend divenne celebre nel 1982 dopo la pubblicazione del romanzo ‘Il diario segreto di Adrian Mole, Anni 13 e 3/4‘, sulla tribolazioni, i sogni e le delusioni di un adolescente. Pare sia stato ispirato dalle esperienze vissute dai suoi figli alla Mary Linwood Comprehensive School di Leicester. Insegnanti e profili dei personaggi erano appunto affini a quelli presenti nell’istituto e quando il romanzo divenne una celebre serie televisiva, fu girato in un edificio diverso ma molto vicino a quello di Leicester.  L’autrice, considerato l’enorme successo del primo volume, ha continuato a scrivere la vita di Adrian Mole, rappresentandola fino all’età adulta, in molti altri volumi. Oltre a parlare della vita di Adrian, Townsend descrisse la situazione sociale e politica in Gran Bretagna, con particolare riferimento alla sinistra politica negli anni ottanta, nell’epoca thatcheriana.

BIOGRAFIA – Sue Townsend nacque a Leicester nel 1946 abbandonò la scuola all’età di 15 anni, svolgendo diversi lavori diversi, tra cui l’operaia in una fabbrica e la commessa. Intorno ai trent’anni unì ad un gruppo di scrittori che frequentava il Phoenix Theatre di Leicester e poco dopo scrisse il suo primo romanzo, poi trasposto in una serie televisiva. L ‘opera che ha venduto 20 milioni di copie e insieme al `sequel´ ha fatto di Sue Townsend l’autore con il record di vendite degli anni ’80. Nel corso della sua carriera ha vinto diversi premi, oltre ad aver ricevuto due lauree honoris causa dall’Università di Leicester e dalla Loughborough University. Il suo ultimo romanzo sulla vita di Adrian Mole risale al 2009. «Era amata da generazioni di lettori, non solo perché li faceva ridere tanto, ma perché la sua visione del mondo, dei suoi abitanti e delle loro fragilità era così generosa e unica, un inno alla vita», ha commentato il direttore esecutivo della Penguin Random House, Tom Weldon. L’ultimo romanzo di Sue, «The Woman Who Went to Bed for a Year» del 2012, ha venduto mezzo milione di copie solo in Gran Bretagna.

11 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti