Si è spento all'età di 88 Siegfried Lenz

Addio a Siegfried Lenz, grande esponente della letteratura tedesca contemporanea

Il mondo della letteratura è in lutto per la scomparsa di Siegfried Lenz, scrittore tedesco e autore del famoso libro “Lezioni di tedesco”. A darne l’annuncio è stata il suo editore Hoffmann und Campe. Soldato e prigioniero nella seconda guerra mondiale...

Si è spento all’età di 88 anni Siegfried Lenz, autore considerato il gigante del romanzo tedesco. Nel 1968, edito da Neri Pozza, uscì ”Lezioni di tedesco”, il libro più importante del dopoguerra

MILANO – Il mondo della letteratura è in lutto per la scomparsa di Siegfried Lenz, scrittore tedesco e autore del famoso libro “Lezioni di tedesco”. A darne l’annuncio è stato il suo editore Hoffmann und Campe. Soldato e prigioniero nella seconda guerra mondiale, Lenz ha scritto moltissimi libri di successo che hanno lasciato un segno nella letteratura tedesca contemporanea.

LA VITA – Siegfried Lenz era nato a Lyck nella Prussia Orientale, allora parte della Repubblica di Weimar, nel 1926. Alla morte prematura del padre, funzionario doganale, la madre e la sorella lasciarono Lyck dove Siegfried rimase con la nonna fino al suo reclutamento in marina avvenuto nel 1943. Poco prima della fine della Seconda guerra mondiale, fuggito come disertore in Danimarca, Lenz venne fatto prigioniero dalle truppe britanniche e da esse utilizzato come interprete. Al suo rilascio, si iscrisse all’Università di Amburgo per studiare filosofia, anglistica e letteratura ma interruppe lo studio per lavorare presso il giornale Die Welt diventandone dal 1950 al 1951 redattore. Lì incontrerà anche la sua futura moglie Liselotte, morta nel 2006, che ha illustrato alcune delle sue opere.

LA CARRIERA LETTERARIA – Dal 1951 Siegfried Lenz ha vissuto come scrittore indipendente ad Amburgo e ha seguito le vicende del Gruppo 47 che, fondato da Hans Werner Richter ha annoverato tra i suoi appartenenti molti dei più importanti scrittori tedeschi dal dopoguerra ad oggi come Heinrich Böll, Günter Grass, Erich Fried e Hans Magnus Enzensberger, per citare soltanto alcuni dei più conosciuti. Dal 2002 Lenz era membro onorario della Libera Accademia delle Arti di Amburgo e dal 2003 è stato professore all’Università Heinrich Heine di Düsseldorf.

I SUOI ROMANZI PIU’ FAMOSI –  Lenz esordì nel 1951 con ‘C’erano sparvieri nell’aria’, una parabola sull’apparato repressivo del potere. Nel 1953 pubblicò ‘Duello con l’ombra’, un libro sul sentimento di colpa dei tedeschi, e nel 1957 ‘L’uomo nella corrente’. Nel 1968 diede alle stampe ‘Lezione di tedesco’, pubblicato da Neri Pozza nel 2006, uno dei libri più importanti della letteratura tedesca del dopoguerra, cupo affresco della Germania nazista. I suoi libri sono stati tradotti in una ventina di lingue e venduti nel mondo in oltre 25 milioni di copie. Vincitore di numerosi riconoscimenti tedeschi e stranieri, nel 2010 Lenz ha ricevuto il Premio Nonino su indicazione del germanista Claudio Magris.

7 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti