Lutto nel mondo della cultura

Addio a Mario Lodi, l’ ”amico” della scuola pubblica

“Ciao Mario, grazie di cuore per il tuo esempio, l’umiltà, la profonda capacità di amare…”. Comincia così l’ultimo saluto al maestro, scrittore e pedagogista Mario Lodi sul suo sito. Aveva compiuto 92 anni lo scorso 17 febbraio...

MILANO – “Ciao Mario, grazie di cuore per il tuo esempio, l’umiltà, la profonda capacità di amare…”. Comincia così l’ultimo saluto al maestro, scrittore e pedagogista Mario Lodi sul suo sito. Aveva compiuto 92 anni lo scorso 17 febbraio ed è morto nella sua casa di Drizzona (Cremona) a 92 anni. Erano accanto a lui la moglie e le figlie.

EDUCATORE – Le sue metodologie educative furono inizialmente ispirate da quelle di Célestin Freinet, tanto da diventare esponente del Movimento di Cooperazione educativa, un gruppo di insegnanti che intendono adeguare l’insegnamento della scuola pubblica ai principi della Costituzione repubblicana. La vita di Mario Lodi ha interpretato culturalmente la ricostruzione dell’Italia sulla pedagogia e sul mondo della scuola e dei bambini attraverso un impegno concreto e quotidiano. In questo contatto quotidiano con i bambini, con la loro osservazione partecipe, Lodi ha ridisegnato il valore educativo della scuola, cambiandone aspetti e metodologie.

BIOGRAFIA – Mario Lodi nasce il 17 febbraio 1922 a Piadena. Nel 1940 si diploma maestro elementare. Durante la guerra subisce il carcere per motivi politici. Nel 1948 è nominato maestro di ruolo a San Giovanni in Croce e in quel tempo viene in contatto con il Movimento di Cooperazione Educativa. Nel 1956 ottiene il trasferimento alla scuola elementare di Vho. Qui, in ventidue anni di insegnamento, realizza molto libri di narrativa, alcuni dei quali scritti insieme ai suoi alunni (come ‘Bandiera’, ‘Cipì’, ‘C’è speranza se questo accade al Vho’, ‘Il paese sbagliato’). Nel 1989 con i proventi del Premio internazionale Lego fonda la Casa delle Arti e del Gioco in una cascina a Drizzona (‘Piccolo Sforzosi’). Nel 2006 a Lodi viene assegnato il Premio Unicef 2005 ‘Dalla parte dei bambini’. Lodi ha ricevuto anche la laurea honoris causa in Pedagogia dall’Università di Bologna. A settembre 2012, in occasione dei 90 anni del maestro, vennero organizzate maratone di lettura, laboratori didattici, spettacoli teatrali e proiezioni di film. Un omaggio ad una figura di pedagogista che tanto ha fatto per l’infanzia.

3 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti