A scuola di scrittura da Paolo Nori

Si può imparare ad andare fuori tema, a non sapere? Si può imparare a scrivere ''male''? Certo che sì. Lo insegna lo scrittore Paolo Nori nella sua ''Scuola Elementare di Scrittura Emiliana''...

Quattro incontri con lo scrittore al Circolo dei Lettori di Torino per imparare a scrivere “male”, in modo non convenzionale e scolastico

TORINO – Si può imparare ad andare fuori tema, a non sapere? Si può imparare a scrivere “male”? Certo che sì. Lo insegna lo scrittore Paolo Nori nella sua “Scuola Elementare di Scrittura Emiliana” che arriva per la prima volta al Circolo dei lettori con quattro appuntamenti (il 19, 20, 26 e 27 ottobre). Un corso alla scoperta della scrittura non convenzionale, dove si impara – appunto – a scrivere “male”, cioè a non scrivere in modo scolastico e a non cercare per forza un italiano alto.

UN CORSO SUI GENERIS – “Alla Scuola Elementare di Scrittura Emiliana – spiega Nori –  si insegna a misurarsi con una lingua concreta, con la lingua che sentiamo parlare tutti i giorni intorno a noi e che difficilmente trova ospitalità nei testi letterari”. “Per capirci – continua lo scrittore – lo spunto per spiegare la prima cosa che si insegna a non fare è  dato dalla prima traduzione italiana del romanzo di Bret Easton Ellis American Psycho. Nella prima pagina compare tre volte la parola bus, cioè autobus. Il traduttore aveva deciso di rendere il primo bus con autobus, il secondo con Corriera, il terzo con Torpedone. Se questo approccio può avere un senso in un contesto scolastico, in quello letterario è assolutamente ridicolo”.
Ma perché “scuola emiliana”? Il nome deriva dalla necessità di misurarsi con l’italiano regionale, con la lingua vera e propria. “Emiliana non perché si debba scrivere in emiliano, sia chiaro, ma per sottolineare il fatto che a chi partecipa a questa scuola sarà chiesto di lavorare su una lingua concreta”.

LA STORIA DELLA SCUOLA – L’esperienza della “Scuola elementare di scrittura emiliana” è cominciata nel 2006 a Reggio Emilia, con i maestri Daniele Benati, Ugo Cornia e Paolo Nori. Dopo un altro anno scolastico a Reggio, dal 2008 si è trasferita a Bologna, alla libreria Modo infoshop. Scuole intensive si sono poi tenute in Sardegna, a Porretta Terme, a Cadelbosco Sotto e a Rimini. E adesso questo corso sui generis arriva anche a Torino.

 

Roberta Turillazzi

 

18 ottobre 2013

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti