A Scrittorincittà quest’anno si indaga sulle diverse sfaccettature del ”Senza Fiato”

Una manifestazione dedicata al mondo dei libri che si caratterizza come uno tra i principali festival della letteratura nazionale in cui tutto ruota attorno a un tema. La quattordicesima edizione di scrittorincittà, prevista dal 14 al 19 novembre prossimo, ha come filo conduttore il tema Senza Fiato, inteso sia come stupore e meraviglia che toglie il respiro, sia come esperienza negativa e sensazione di respiro mozzato, di mancanza d’aria, di orizzonte chiuso...

La XIV edizione del festival, in programma a Cuneo dal 14 al 19 novembre, prevede la partecipazione di oltre cento autori e personalità del giornalismo e dell’editoria, protagonisti di laboratori, spettacoli ed eventi di grande impatto

MILANO – Una manifestazione dedicata al mondo dei libri che si caratterizza come uno tra i principali festival della letteratura nazionale in cui tutto ruota attorno a un tema. La quattordicesima edizione di Scrittorincittà, prevista dal 14 al 19 novembre prossimo, ha come filo conduttore il tema Senza Fiato, inteso sia come stupore e meraviglia che toglie il respiro, sia come esperienza negativa e sensazione di respiro mozzato, di mancanza d’aria, di orizzonte chiuso. Attorno a questo argomento ruotano gli incontri in calendario, che vedono la partecipazione di oltre cento autori e personalità del giornalismo e dell’editoria, i laboratori, gli spettacoli e gli altri eventi, tutti di grande impatto.

 

I GRANDI NOMI – Il tema di questa XIV edizione ben si presta a essere declinato alle più diverse sfaccettature del Senza Fiato. Così ancora una volta il festival diventa un’occasione poliedrica di riflessione e confronto sulle tematiche più diverse riuscendo a coinvolgere il pubblico in occasioni culturali decisamente ad ampio spettro. Numerosi gli ospiti, gli autori e le personalità dei vari ambiti della cultura e della società civile italiana che arriveranno a Cuneo nei giorni della manifestazione. Da importanti penne del giornalismo, come Gianni Barbacetto, Riccardo Iacona, Marco Travaglio, Lia Celi, Loredana Lipperini, Mario Calabresi, Stefano Caselli, Paolo Griseri e Ettore Boffano a autori di grande rilievo nell’ambito della narrativa italiana e straniera come l’ormai affezionata Michela Murgia, Paolo Giordano, il giallista Jeffery Deaver, Marcello Fois, Dacia Maraini, Fernando Savater, Younis Tawfik, Hamid Ziarati ma anche i vincitori del Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo, Carlo Repetti, Francesco Pinto, Susanna Bissoli e Marco Presta.

 

PERSONALITA’ DAI VARI CAMPI – Non mancheranno inoltre personalità della società civile: Maria Falcone e Rita Borsellino, Nando Dalla Chiesa, Yvan Sagnet e volti noti del mondo dello sport: Carlo Caglieris, uno dei più forti playmaker di tutti i tempi per il basket, l’allenatore azzurro Mauro Berruto per la pallavolo, il pluripremiato corridore nostrano Marco Olmo. E ancora: insigni personaggi del mondo dello spettacolo come Fabrizio Gifuni, Lella Costa, Ascanio Celestini e Emma Dante e esponenti del mondo della scienza come il matematico Michele Emmer, il chimico e divulgatore scientifico Dario Bressanini, il genetista Alberto Piazza. A rappresentare la Chiesa impegnata arriveranno Don Virginio Colmegna e Suor Giuliana Galli. Molti ovviamente altri sono gli ospiti di rilievo e vasto e variegato è il programma che include incontri, laboratori, workshop, mostre ed eventi spettacolo

 

SPETTACOLI ED EVENTI – Il festival Scrittorincittà è anche occasione per portare in scena spettacoli di grande qualità. Mercoledì 14 Corrado Augias presenta lo spettacolo di teatro letteratura O patria mia…Leopardi e l’Italia, mentre il giovedì 15 il teatro Toselli presta la scena alla voce di Rita Borsellino e alle letture di Francesco Mastrandrea. Venerdì 16 sale sul palco Paolo Giordano, l’autore di La solitudine dei numeri primi, che insieme ai musicisti Minus&Plus presenterà in un reading d’eccezione il suo attesissimo secondo romanzo, Il corpo umano. Sabato la serata è dedicata a una riflessione e a un dibattito con il giornalista Marco Travaglio, insieme a Ettore Boffano, mentre lo spettacolo di chiusura di scrittorincittà prevede uno spettacolo-concerto esclusivo, curato del Conservatorio Statale G.F. Ghedini con cantati iraniane, musiciste kletzemer e con la partecipazione straordinaria di Dacia Maraini. Anche le mostre ospiti della manifestazione abbracciano i temi più diversi: dalle esposizioni più “vicine” ai libri, come gli scatti d’autore e di autori scattati da Paola Agosti e i volti dei più noti scrittori per ragazzi ritratti insieme ai propri libri preferiti raccolti nella mostra curata dal mensile Andersen alla grande retrospettiva sul pittore De Pisis, ospitata presso lo spazio incontri Cassa di Risparmio a una speciale esposizione di fotografie di Enrico Peyrot scattate intorno alla montagna che, forse più di tutte, lascia senza fiato: il monte Bianco. 

 

LE INIZIATIVE PER I RAGAZZI – La particolarità di scrittorincittà è quella di prevedere anche un ricchissimo programma di incontri, laboratori e spettacoli rivolti al “piccolo pubblico”, che viene così coinvolto in occasioni speciali e ricchissime di stimoli. Sono più della metà gli incontri del programma rivolti al piccolo pubblico: alle scuole, che così dispongono di opportunità privilegiate di approfondimento, scoperta e riflessione  e alle famiglie, a cui vengono proposti laboratori e spettacoli di grande impatto.

 

12 novembre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti