Luoghi di lettura per ragazzi

A Napoli il Punto.Lettura di Nati per Leggere celebra un anno di attività

Nel Palazzo Arti Napoli inaugurava il 5 ottobre 2012, per iniziativa di Nati per Leggere Campania, uno spazio dedicato ai bambini, che qui possono scambiarsi i loro libri e ascoltare le storie lette per loro dai volontari
MILANO – Fino all’anno scorso i libri per bambini a Napoli non avevano una “casa”, un luogo in cui poter essere letti ad alta voce, sfogliati, guardati… vissuti. Era il 5 ottobre 2012 quando, insieme alle porte del PAN | Palazzo Arti Napoli, per la prima volta si aprirono anche le pagine dei libri destinati ai più piccoli e le voci delle lettrici e dei lettori volontari Nati per Leggere Campania iniziarono a leggerli. Quel giorno nacque il primo Punto.Lettura Nati per Leggere.
IL DIRITTO ALLE STORIE DEI BAMBINI – Il Punto.Lettura è il primo nucleo di biblioteca delle bambine e dei bambini di Napoli ed è il risultato della collaborazione tra Nati per Leggere e il Comune di Napoli che, nonostante questo periodo di crisi e contrazione delle risorse soprattutto destinate al mondo dell’infanzia e alle famiglie, hanno deciso di investire in uno spazio lettura per accogliere le piccole lettrici e i piccoli lettori di Napoli, tutelando il loro “diritto alle storie”.
UN PUNTO DI SCAMBIO – Il Punto.Lettura a Napoli non è una biblioteca, non è una libreria e nemmeno una ludoteca, è piuttosto uno spazio lettura di condivisione e scambio. I libri infatti, non possono essere presi in prestito o comprati, come avviene nelle biblioteche e librerie di quartiere, al Punto.Lettura i libri si scambiano! Da gennaio infatti il grande librone di Marzouk è il guardiano di tutte le storie e il simbolo dello Scambialibro: basta portare da casa un libro già letto ma in ottimo stato e prenderne uno in cambio dal Punto.Lettura. In questo modo le storie viaggiano di casa in casa e “di voce in voce”, perché una storia è sempre alla ricerca di un lettore e un libro non è una merce ma un bene comune. Al Punto.Lettura i libri però si possono anche adottare, infatti, grazie a un’offerta libera ogni bambino potrà “adottare un libro” già posseduto o da acquistare e questo riporterà il nome della bambina o del bambino che l’ha adottato.
IL PUNTO.BUS – Un altro servizio importante che il Punto.Lettura ha attivato è il Punto.Bus, lo scuolabus che tutti i mercoledì pomeriggio collega il Punto.Lettura ai quartieri periferici della città di Napoli. Grazie a un accordo con la società partecipata del Comune “Napoli Sociale” è stato possibile raggiungere e portare al centro della città bambini e famiglie che difficilmente avrebbero conosciuto e frequentato autonomamente il Punto.Lettura e di conseguenza non avrebbero avuto l’occasione di incontrare libri e storie.
LE NUMEROSE ADESIONI – Nell’ultimo anno il Punto.Lettura ha accolto più di 1.500 bambini, 950 adulti e più di 20 lettrici e lettori volontari, pediatri dell’Associazione Culturale Pediatri, a supporto dell’approccio precoce alla lettura e della sua influenza positiva sia dal punto di vista relazionale sia cognitivo. Tanti “azionisti” piccoli e grandi che hanno incrementato il patrimonio della biblioteca Pasquale Causa che conta oggi più̀ di 700 titoli.
BUON COMPLEANNO A PUNTO.LETTURA – Nati per Leggere Campania è partito dai libri e dalle emozioni che regalano, dai libri per bambini più precisamente, così necessari e indispensabili, simbolo di democrazia e diritto imprescindibile. Ha poi regalato una casa ai libri, che non è solo il luogo in cui vengono custoditi passivamente ma è al contrario il posto in cui prendono vita, attraverso le voci dei lettori e nelle mani dei bambini. Grazie al Punto.Lettura non solo i libri hanno trovato casa, ma anche le loro piccoli lettrici e loro piccoli lettori, e Napoli è stata la città testimone di un evento di alto livello culturale, ripartendo dai bambini, dai libri e investendo nel loro potenziale. Un buon compleanno allora a Punto.Lettura e auguri per tutte le storie che verranno

 

© Riproduzione Riservata
Commenti