Consigli di lettura

6 libri di cui bisogna assolutamente avere la copia cartacea

Ecco 6 letture che richiedono assolutamente la copia cartacea perché stimolano riflessioni che sarete spinti ad appuntare ai margini del testo
Copia cartacea libro

MILANO – Sebbene la maggior parte degli amanti dei libri sia già incline a preferire la copia cartacea a quella digitale, non si può far finta di non notare che, per motivi di comodità e di portabilità, gli e-reader siano sempre più diffusi nonostante nulla possa battere il profumo, che tutti noi conosciamo, di un vecchio libro e del suo inchiostro. L’importante è leggere, ed è vero, ma ci sono dei libri di cui bisogna possedere assolutamente la copia cartacea perchè stimolano interazione con i ltesto. In questa rassegna si possono sicuramente inserire anche quei libri che puntano ad essere dei veri e propri medialibri comeS. La nave di Teseodi Dorst di cui vi abbiamo già parlato. Il sito bustle.com indica comunque 6 libri che, tra gli altri, sarebbe opportuno leggere su copia cartacea.

.

Lettere a un giovane poetadi Rainer M. Rilke

Nel 1902 Franz Xaver Kappus, un giovane combattuto tra l’aspirazione poetica e la prospettiva di una carriera militare, scrive a Rainer Maria Rilke chiedendo un giudizio sul proprio modo di poetare. A quel tempo Rilke è un altrettanto giovane, ma già affermato poeta che risponde alla lettera offrendo anche dell’altro, oltre che un mentore, punta ad essere l’interlocutore di cui ha bisogno. Ti sembrerà che Rilke conosca tutto quello che c’è da sapere sulla vita. Ai dubbi del poeta, infatti, Rilke risponderà con saggezza, cercando di trasmettere i suoi stessi valori. Potrà ispirarvi talmente tanto che oltre a una penna potreste aver bisogno anche di numerosi post – it.

.

L’anno del pensiero magico‘ di Joan Didion

Si tratta delle memorie dell’autrice che racconta un anno importante e difficile della sua vita. E’ una meditazione sull’amore, sul matrimonio e sulla morte e su cosa significa perdere persone importanti. L’autrice ci dice: ‘Non so cosa penso, fino a che non lo scrivo’. Le sue riflessioni vi spingeranno ad aprirvi e a riempire i margini in pochissimo tempo con le vostre riflessioni sui temi importanti che vengono affrontati.

.

Cloud Atlas‘ di David Mitchell

In qualunque modo decidiate di leggere questo libro, ovvero seguendone la cronologlia, percorrendola al contrario, o passare da una pagina all’altra come si trattasse di un mazzo di carte, troverete la trama sicuramente confusa e difficile da capire. La storia inizia nel 19° secolo per poi viaggiare verso un mondo post-apocalittico prima di iniziare ancora dalla preistoria. Insomma, si tratta di una storia che attraversa spazio e tempo come poche altre. Quindi tieni una penna in mano e organizza i tuoi margini, perchè i numerosi e diversi cambi di programme e di prospettiva di questa storia ti spingeranno a tenerne fedelmente nota.

.

Di cosa parliamo quando parliamo di Anne Frank‘ di Nathan Englander

Nonostante la particolarità dei personaggi e delle ambientazioni, le storie trattate all’interno di questa opera scavano profondamente temi universali come l’amore, la paura, la fiducia, la capacità di seppellire il proprio passato e andare avanti. All’interno del libro due coppie si trovano a farsi una domanda impossibile: ‘Rischieresti la tua vita per me?’. A parte questo, il testo si compone di otto storie che vi chiederanno di passare del tempo con domande difficili che vi faranno rifelettere sui voi stessi. Appuntarvi qualcosa a margine sarà d’obbligo.

.

Bird by Bird‘ di Anne Lamott

Alle volte per arrivare a comprendere una passione come quella per la scrittura, è necessario partire dalla propria storia personale: così fa Anne Lamott  in cui racconta il suo cammino verso la scrittura. Lamott racconta della famiglia, delle sue paure, delle speranze, dei primi successi e dei fallimenti: il suo messaggio è di concentrarsi sulla scrittura e non sul desiderio di essere pubblicati. Sebbene non condividiate la sua stessa passione, questo libro sarà di grande ispirazione per come organizzarvi e prepararvi per raggiungere i vostri obiettivi.

.

Finnegans Wake‘di James Joyce

Opera leggendaria della letteratura contemporanea, caposaldo della narrativa novecentesca, Finnegans Wake è l’ultima fatica di James Joyce, stampata il giorno del suo cinquantasettesimo compleanno.Il volume racconta la giornata di Humphrey Chimpden Earwicker, il protagonista. Una giornata che simboleggia la parabola dell’esistenza con un chiaro riferimento al ciclo vichiano delle tre età e del ricorso storico. Un racconto con un vocabolario tutto suo che mescola linguaggi e apparizioni di personaggi storici e letterari moderni e del passato. All’interno del libro, inoltre, le città sono così personificate che diventano dei personaggi veri e propri. Difficile cogliere tutti i riferimenti metaforici che Joyce utilizza nella narrazione. Spesso così ti ritrovi con un’enciclopedia aperta di fianco al libro per annotarti poi su questo gli elementi di cui non eri a conoscenza.

 .

© Riproduzione Riservata
Commenti