Sei qui: Home » Libri » 5 libri da leggere per riposare la mente nelle domeniche d’estate

5 libri da leggere per riposare la mente nelle domeniche d’estate

Hai voglia di letture rilassanti per riposare, insieme al corpo, la mente? Ecco 5 libri perfetti per le tue domeniche estive.

Non sei ancora in ferie e hai bisogno di trarre tutto il relax possibile dalle tue domeniche d’estate? Se ti piace leggere, potresti trovare la tua dimensione ideale grazie ad uno dei libri che ti suggeriamo di seguito: un saggio sulla meditazione per chi va sempre di corsa, un romanzo onirico e immaginifico, una graphic novel che trasuda tenerezza, un resoconto storico accattivante o una commedia dolceamara sul senso della vita? A te la scelta!

5 libri da leggere per rilassarsi nelle domeniche d’estate

Meditazione per chi ha fretta” di Osho

Iniziamo con uno dei numerosi libri scritti da Osho. Quello che ti proponiamo oggi è un titolo perfetto se quest’estate hai bisogno di rallentare e vuoi farlo accompagnando la tua intenzione con un impegno reale, con delle pratiche meditative che possano donare sollievo a una mente affaticata e a un corpo che va sempre di corsa.

Nessuno ha bisogno della meditazione più di coloro che non hanno tempo per meditare. Vivendo immersi in uno stile di vita dai ritmi frenetici, non è facile fermarsi per ascoltare se stessi.

La maggior parte dei metodi di meditazione tradizionali sono stati sviluppati migliaia di anni fa, per persone che vivevano in un contesto del tutto diverso dall’attuale.

Per questo oggi sono necessarie nuove e diverse strategie: questo libro ne illustra molte, facili da integrare nei ritmi e negli spazi della vita quotidiana. Perché l’uomo è un seme con migliaia di fiori che attendono di sprigionare la loro fragranza, e la meditazione è il metodo per portarli a fioritura.

Una vita da libraio” di Shawn Bythell

Fra i libri che ti consigliamo per riposare la mente ci sono due bei romanzi. Il primo è malinconico e quasi onirico.

Dal cliente che entra per complimentarsi dell’esposizione in vetrina, senza accorgersi che le pentole servono a raccogliere la perdita d’acqua dal tetto, alla vecchietta che chiama periodicamente chiedendo i titoli più assurdi, alle mille, tenere vicende di quanti decidono di disfarsi dei libri di una vita.

The Book Shop, la libreria che Shaun Bythell contro ogni buonsenso ha deciso di prendere in gestione, è diventata un crocevia di storie e il cuore di Wigtown, villaggio scozzese di poche anime.

Con puntuta ironia, Shaun racconta i battibecchi quotidiani con la sua unica impiegata perennemente in tuta da sci, e le battaglie, tutte perse, contro Amazon. La sua è l’esistenza dolce e amara di un libraio che non intende mollare.

La bottega delle seconde occasioni” di Elena Molini

Il secondo romanzo che abbiamo selezionato per te se hai bisogno di riposare la mente in queste calde domeniche estive è invece una commedia dolceamara che ti farà sorridere ma anche riflettere.

Per Blu Rocchini – sì, proprio Blu, come il colore – la vita di tutti i giorni sembra essersi trasformata in ciò che aveva sempre desiderato. Allora perché, d’improvviso, quell’attacco di panico? Perché quella sensazione di non essere in grado di godersi le cose belle che le stanno succedendo?

Ha ancora gli occhi pieni di lacrime quando riceve la telefonata dell’adorata nonna Tilde. Elvira, la sorella che negli anni Sessanta aveva tagliato i ponti con tutta la famiglia, è appena morta. Ma non solo, quella prozia che Blu non ha mai conosciuto ha lasciato a lei e a una misteriosa ragazza di nome Martina una villa e il suo vecchio negozio di fiori, la Piccola Bottega della Felicità. A un patto però: che lei e Martina vi aprano insieme un’attività.

Residenza Arcadia” di Daniel Cuello

Se non ti dispiace l’idea di provare a leggere una graphic novel, ti suggeriamo il tenero “Residenza Arcadia”.

“Residenza Arcadia” è un microcosmo che pullula di emozioni taciute. Lamentazioni, rivendicazioni e le insondabili profondità di animi che guardano il mondo dal silenzio dello spioncino.

L’inventore di libri” di Alessandro Marzo Magno

Infine, un titolo riposante perfetto per chi ama la storia e i libri.

Forse non lo sapete, ma il piccolo oggetto che avete in mano – così maneggevole, chiaramente stampato, dai caratteri eleganti, corredato da un frontespizio e da un indice – deve quasi tutto al genio di Aldo Manuzio, che cinque secoli fa ha rivoluzionato il modo di realizzare i libri e ha reso possibile il piacere di leggere. Benvenuti nel mondo del primo editore della storia.

© Riproduzione Riservata