Pro e contro di uscire con un booklover

26 rischi che si corrono frequentando un vero amante della lettura

Uscire con un vero amante della lettura può avere lati positivi e lati negativi. Ecco le 26 conseguenze alle quali si va incontro

MILANO – Appuntamenti saltati, sessioni di pianti disperati per la conclusione della serie preferita, interminabili disquisizioni filosofiche su personaggi di fantasia. Se tutto ciò vi suona famigliare i casi sono due: o uscite con un booklover incallito… oppure siete voi a esserlo! I veri booklovers hanno l’infelice tendenza a isolarsi dal mondo circostante dimenticandosene completamente (e spesso accade lo stesso anche con le loro relazioni): la mente fluttua lontano, altrove, dispersa in un universo immaginario di storie incredibili. Quando riemergono dalle loro letture, i partner cercano di passare con loro il maggior tempo possibile, coinvolgendoli nelle più svariate attività. Sanno di essere precari, che il tempo a loro disposizione è limitato, che presto o tardi (più probabilmente presto) un vero booklover tornerà a dissociarsi, sprofondando di nuovo in un qualche mondo letterario…

Ecco le 26 cose da tenere in conto (secondo il sito popsugar.com) quando si frequenta un incallito lettore:

 

 

1. Durante un’uscita a cena non riuscirete mai a sentirvi come se foste solamente in due.

 

2. Dovrete capire molti e continui riferimenti a libri che forse non avete mai sentito neanche nominare.

 

3.Dovrete sorridere e sopportare, quando il vostro amante della lettura vi onorerà leggendovi i passaggi più significativi a voce alta.

 

4. Sarete spesso genuinamente preoccupati riguardo la loro effettiva percezione della realtà.

 

5. Avrete molte conversazioni solitarie, dal momento che il vostro booklover preferito starà con tutta probabilità pensando ad altro.

 

6. Proverete sulla vostra pelle cosa significhi “essere in competizione” con qualcuno/qualcosa!

 

7. Quando vi diranno di aver bisogno di passare del tempo “da soli”, potrete stare tranquilli: sapete benissimo di cosa stanno parlando.

 

8. Non potrete mai discutere il motivo della loro “scelta” di vita.

 

9. Parlerete invece moltissimo di quanto sia meraviglioso leggere. Moltissimo.

 

10. Li troverete di notte in giro per casa, cercando una luce poco fastidiosa con la quale leggere (perlomeno se sono premurosi).

 

11. Far loro un regalo sarà un compito quanto mai semplice.

 

12. Saprete che vi giudicheranno, anche se non apertamente, ogni volta che sceglierete di accendere la TV piuttosto che aprire un libro.

 

13. Verrete spesso comparati a persone – e relazioni – immaginarie.

 

14. Qualsiasi animale di compagnia possiate mai avere, prenderà il nome di un personaggio letterario.

 

15. La vostra casa è condannata a un disordine costante e a un’accessibilità difficoltosa, causa eccesso di libri.

 

16. Sarete molto preoccupati nel saperli in giro da soli, con la loro pessima abitudine di camminare sempre con quel dannato libro in mano.

 

17. Rivelare il finale di un libro è un modo facile e immediato per litigare. Forse addirittura per rompere.

 

18. Preparatevi a trascorre ore (ORE!) in libreria.

 

19. Sarete costretti a partecipare ad almeno un club di lettura.

 

20. Durante le vostre vacanze insieme, potreste rischiare di sentirvi un po’ soli.

 

21. Dovrete stargli accanto nei momenti difficili: moriranno talmente tanti personaggi ai quali il vostro booklover è profondamente legato che non riuscirete a tenere il conto.

 

21. Dovrete sorbirvi l’elenco di tutti gli errori madornali commessi nell’adattamento di un libro che ha letto (sicuri di voler andare al cinema?)

 

22. Molte delle vostre discussioni scaturiranno da una critica che avrete osato muovere al suo libro/autore preferito.

 

23. I piani per il weekend o il venerdì sera potrebbero venire stravolti da un momento all’altro. Dipende dalle svolte della trama.

 

24. Sarete perennemente sbalorditi per il loro infinito entusiasmo per il mondo del libro

 

25. Avranno sempre (SEMPRE!) qualcosa di interessante da dire o sul quale dibattere.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti