LIBRI - Frasi da scrittore

16 frasi che ogni scrittore sogna di poter dire

Ecco le 16 frasi che ogni autore sogna di poter dire e magari dice pure per davvero. Anche se spesso queste parole non vengono pronunciate mai e forse, quando lo sono, non sono affatto veritiere...

Ogni scrittore – affermato, emergente o aspirante tale – sogna di poter dire queste frasi, e magari le ha anche pronunciate. Il più delle volte però la verità è nella frase che segue…

 

MILANO – Ecco le 16 frasi che ogni autore sogna di poter dire e magari dice pure per davvero. Anche se spesso queste parole non vengono pronunciate mai e forse, quando lo sono, non sono affatto veritiere. Proposte dal sito buzzfeed.com, vi proponiamo quindi le 16 frasi che ogni autore sogna di poter dire!

 

1. “Ho appena venduto il mio libro per un trilione di euro. Superfluo aggiungere che queste parole sono la mia lettera di preavviso.”

 

2. “Io scrivo tutti i giorni.” Sì, certo. Sms, whatsapp, post su facebook…

 

3. “Potrei passare intere giornate a riversare un impetuoso fiume di pensieri sulla carta…” A parte quando sono al lavoro per otto ore al giorno, per garantirmi il sostentamento necessario alla sopravvivenza.

 

4.   “Ho un dono: sono un pozzo di idee stupefacenti per un romanzo. Mi si materializzano spontaneamente in testa.” Certo. Gli astronauti ninja, il tema dell’omosessualità tra gli hobbit, i pomodori verdi fritti dirottatori di treni…

 

5. “Sai quando riesco ad architettare con più efficacia le strutture narrative dei miei romanzi? Mentre dormo. Il mio subconscio mi suggerisce le soluzioni più brillanti attraverso i miei sogni.” Peccato che al risveglio non è che mi ricordi proprio tutto tutto tutto…

 

6. “L’editing è la parte più divertente dell’intero processo creativo.” No, tranquilli, il tic nervoso all’occhio destro non è affatto dovuto a tutti quei segni d’inchiostro rosso che deturpano la linda perfezione della mio prosa superiore…

 

7. “In verità mi diverto molto a distruggere in un attacco di isteria la prima stesura del mio romanzo. Non mi rende affatto ansioso…” Magari bastava cambiare solamente per ottenere l’effetto desiderato dal mio racconto?

 

8. “Sono perfettamente in grado di produrre la versione definitiva del mio romanzo – riveduta, corretta, impeccabile – in, penso, non più di sei mesi.” Non più di sei mesi. Anno più, anno meno…

 

9. “Apprezzo molto le critiche al mio lavoro. Le valuto propositivamente, sono un’occasione concreta per migliorarmi come autore e come individuo. Le accetto con il sorriso e una sincera curiosità. Non le prendo mai come un affronto personale.” Ecco. Ho preso nota. Grazie per i consigli. Ora vedi di andare a farti fottere, miserabile escremento di una scrofa libertina.

 

10. “Il mio libro è molto in alto nelle classifiche di vendita di Amazon!” È vero, #1.322.231 – la mia reale posizione in classifica – è un numero altissimo e nessuno può affermare il contrario!

 

11. “Il mio libro è il più venduto della settimana!” E il fatto che io ne abbia acquistate 20.000 copie non credo influisca poi molto…

 

12. “Steven Spielberg sta considerando l’ipotesi di realizzare un adattamento cinematografico del mio libro!” E con “sta considerando l’ipotesi” intendo dire Steven Spielberg non ha la più pallida idea di chi io sia.

 

13. “Blocco dello scrittore? Esiste davvero? Non riesco neanche a immaginare che cosa si possa provare in una sitauzione del genere…” Sono uno scrittore dotato di una illimitata ispiraz

 

14. “Risposta automatica: spiacente ma non potrò rispondere alla sua email perché al momento – e per le prossime sei settimane – sarò in Thailandia per delle ricerche relative al mio quarto romanzo e a seguire sarò impegnato in un tour promozionale di “Pomodori verdi fritti dirottatori di treni” nel sud della francia.” Eh già, la vita è dura.

 

15. “Vorresti un consiglio di scrittura da uno scrittore di tale levatura (ovviamente la mia)?” Alcol. Dosi mostruose di alcol.

 

16. “Sai qual è il mio vero problema? Io scrivo TROPPO.” O meglio, lo farò di certo. Non appena smetterò di rinviare tutto all’indomani.

 

1 marzo 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti