Esami di maturità

Maturità 2017, ecco le tracce della prima prova

Quest'oggi all'incirca mezzo milione di studenti affronta la prima prova scritta, la prova di italiano. Per l'analisi del testo, il poeta Caproni, per il tema storico il "boom economico"
Maturità 2017, ecco le tracce della prima prova

MILANO – Mezzo milione di studenti sta affrontando la prima prova scritta degli esami di maturità. Si tratta della prova di italiano, per cui gli studenti dovranno scegliere tra diverse tipologie di temi e scritti. Come ormai accade da un po’ di anni, le tracce vengono inviate dal Ministero alle scuole tramite via informatica e per la loro apertura è necessaria una password.
Per i giovani studenti la scelta è sempre la stessa: analisi del testo, redazione di un articolo di giornale o saggio breve, tema di argomento storico, tema di ordine generale; sei ore a disposizione per il completamento della prova.

GIORGIO CAPRONI – Per la prova di analisi del testo, il poeta e traduttore ligure Giorgio Caproni. Una scelta inaspettata e probabilmente neanche troppo felice per gli studenti considerando la raffinatezza poco approfondita nei licei di quest’autore. L’opera da analizzare è una lirica dal titolo “Versicoli quasi ecologici”, appartenente alla raccolta “Res Amissa”.
La lirica canta un tema attuale – com’è effettivamente ricorrente nella poetica di Caproni – che utilizza una forma metrica spezzettata ed esclamativa, tendenzialmente chiara e con la quale in un certo senso celebra – con malcelata e consapevole rassegnazione – quanto sfuggente sia la vita che difficilmente può essere raccontata tramite il linguaggio.

LE ALTRE TRACCE – Per il saggio breve di socio-economia il tema è la robotica e le nuove tecnologie, mentre “La natura tra minaccia ed idillio” – che, in un certo senso, potremmo quasi dire si ricollega a Caproni – è la traccia per il saggio artistico-letterario. Tra i materiali forniti, quadri di William Turner e Pellizza da Volpedo, i versi di Pascoli. Per il tema storico, invece, gli studenti sono invitati a riflettere sull’Italia del dopoguerra, sugli anni del “boom economico”, mentre per il saggio a sfondo politico si parla di disastri naturali, esondazioni ed incendi – tra i testi di appoggio, uno scritto tratto da “Il Principe” di Machiavelli.

© Riproduzione Riservata
Commenti