LIBRI - Speciale Virna Lisi

Virna Lisi, ecco i suoi film tratti dai classici della letteratura

Oggi è morta a Roma Virna Lisi, attrice italiana, volto storico del cinema italiano degli anni '60. In occasione della sua scomparsa, omaggiamo a modo nostro Virna Lisi, ricordando insieme a voi i film in cui ha recitato...

Oggi è morta a Roma Virna Lisi, attrice italiana, volto storico del cinema italiano degli anni ’60. All’attivo ha numerose pellicole, sia per il cinema che per la televisione, e alcuni di questi film sono stati da importanti romanzi della letteratura mondiale. Vediamo quali

MILANO – Oggi è morta a Roma Virna Lisi, attrice italiana, volto storico del cinema italiano degli anni ’60. In occasione della sua scomparsa, omaggiamo a modo nostro Virna Lisi, ricordando insieme a voi i film in cui ha recitato e che sono tratti da importanti capolavori della letteratura mondiale.

CINEMAQuesta è la vita è un film a episodi del 1954, diretto dai registi Aldo Fabrizi, Giorgio Pàstina, Mario Soldati e Luigi Zampa, che racconta quattro episodi tratti dalle novelle pirandelliane: La giara, Il ventaglino, La patente e Marsina stretta. Fu anche uno dei primi film interpretati da Virna.

Il tulipano nero è un romanzo di Alexandre Dumas padre scritto in collaborazione con Auguste Maquet nel 1850, ma anche una pellicola del regista Christian-Jaque (1964).

Barbablù (Bluebeard) è un film del 1972 diretto da Edward Dmytryk e firmato per il mercato italiano dall’assistente alla regia Luciano Sacripanti. Scritto da Ennio De Concini e Maria Pia Fusco, il film rielabora in chiave psicologica l’omonima fiaba di Charles Perrault, ambientandola nella Germania dell’avvento Nazista.

Zanna Bianca è un film del 1973 diretto da Lucio Fulci. Ha avuto un seguito nel 1974, intitolato Il ritorno di Zanna Bianca. Ispirato al romanzo di Jack London, il film presenta trama e personaggi in gran parte diversi, pur mantenendo Beauty Smith, che organizza combattimenti tra cani, nel ruolo di antagonista della storia.

Ernesto è un film del 1978 diretto da Salvatore Samperi, tratto dall’omonimo romanzo di Umberto Saba. Tra i suoi interpreti Martin Halm e, appunto Virna Lisi, nel ruolo della madre del protagonista.

Buon Natale… buon anno è un film del 1989, diretto dal regista Luigi Comencini. È ispirato all’omonimo romanzo di Pasquale Festa Campanile. Per questo film Virna Lisi, nel ruolo della protagonista, ha vinto nel 1990 il Nastro d’Argento come miglior attrice.

La regina Margot (La Reine Margot) è un film del 1994, diretto da Patrice Chéreau e basato sull’omonimo romanzo di Alexandre Dumas padre. Virna Lisi, per l’interpretazione di Caterina de’ Medici, ottenne il premio per la miglior attrice a Cannes, il Nastro d’argento e una nomination come miglior attrice nella 40ª edizione del David di Donatello.

Va’ dove ti porta il cuore è un film del 1996 diretto da Cristina Comencini tratto dal romanzo omonimo di Susanna Tamaro. Per questo film Virna Lisi ha vinto nel 1996 il Globo d’oro come miglior attrice e nel 1997 il Nastro d’argento come miglior attrice protagonista.

TELEVISIONE – Numerosissime sono stati poi gli sceneggiati televisivi interpretati da Virna Lisi in vari ruoli, la maggior parte dei quali sono stati tratti da romanzi e capolavori letterari. Tra questi, è d’obbligo citare Orgoglio e pregiudizio, il titolo di uno sceneggiato televisivo prodotto dalla RAI nel 1957, tratto dal romanzo omonimo di Jane Austen e adattato per il piccolo schermo. Sempre per la tv, ricordiamo I misteri della giungla nera (miniserie televisiva del 1991), tratta dal romanzo omonimo di Emilio Salgari; I ragazzi della via Pal, film per ragazzi del 2003 tratto dall’omonimo libro di Ferenc Molnar e infine Il caso Maurizius, sceneggiato televisivo trasmesso dall’allora Programma Nazionale RAI nel 1961, tratto dal romanzo omonimo, scritto fra il 1925 ed il 1928 dallo scrittore tedesco Jakob Wassermann.

 
18 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti