al teatro dell'Opera di Roma

Alessandro Baricco porta in teatro le sue ”Mantova Lectures”

"Faccio le Lectures perché non ne posso più che certi pensieri mi mordano il cervello" ha rivelato lo scrittore torinese a proposito dei suoi nuovi lavori

MILANO – Alessandro Baricco presenta le sue “Mantova Lectures” al teatro dell’Opera di Roma. “Faccio le Lectures perché non ne posso più che certi pensieri mi mordano il cervello” ha rivelato lo scrittore a Repubblica TV.

LE LECTURES – Le lectures sono le ossessioni di Baricco e il bello è che essendo in parte teatro, lui improvvisa, modifica sul palco, e ne sono ignari anche i suoi collaboratori. Così si snodano le suggestioni dello scrittore torinese: la mappa della metropolitana di Londra di Harry Beck, un sonetto di Dante, un passo di Kant, la quinta di Beethoven e l’Infinito di Leopardi, tutte suggestioni da seguire per una mappa della cultura. Le Mantova Lectures, sottolinea Baricco, “non sono delle lezioni. Le Lectures sono un percorso della mente, ricostruito in pubblico, in un teatro, per un’ora e mezza. Sono il Sapere come apparirebbe se ne facessimo un’installazione artistica”.

IL PERCORSO – L’iniziativa nasce da una collaborazione fra il Teatro, la Scuola Holden di Torino ed Elastica. I tre incontri hanno come titolo: La mappa della metropolitana di Londra – Sulla verità; Alessandro Magno – Sulla narrazione; La deposizione di van der Weyden – Sulla felicità. Le sue “Mantova Lectures”, approvate dal pubblico del Festivaletteratura, incanteranno pubblico e tv. Baricco rimarrà nella capitale, con spettacoli il 17, 24 e 31 ottobre per la versione tv che andrà in onda su Rai5 e poi su Sky e per la rete intorno al prossimo gennaio.

 

Credit ph: Baricco official

© Riproduzione Riservata
Commenti