LIBRI - ''Il ragazzo invisibile''

Dal film al libro, ”Il ragazzo invisibile” spopola anche nelle librerie

Una storia magica, che aiuta a diventare grandi e a tornare ragazzi. Così viene definito “Il ragazzo invisibile” da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, autori del romanzo tratto dall'ultimo film di Salvatores...

Tratto dal film del regista Premio Oscar Gabriele Salvatores, il nuovo romanzo edito da Salani riscuote un gran successo di pubblico: il racconto su un tredicenne introverso, i fumetti e i supereroi, a poche settimane dall’uscita, è già arrivato alla seconda edizione

 
MILANO – Una storia magica, che aiuta a diventare grandi e a tornare ragazzi. Così viene definito “Il ragazzo invisibile” da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, autori del romanzo tratto dall’ultimo film di Salvatores, del quale hanno realizzato anche la sceneggiatura. Argomento molto apprezzato dal pubblico: il libro, con due edizioni in poche settimane, è infatti un successo in libreria.

 
LAVORO DI SQUADRA – Un trio di autori affiatati, non nuovi a unire le proprie forze nella produzione di progetti dedicati al cinema o alla televisione (insieme hanno sceneggiato il film La doppia ora e l’adattamento italiano della serie In Treatment). In parallelo alla collaborazione con il celebre regista Premio Oscar Gabriele Salvatore, per il quale hanno steso la sceneggiatura del film, dalla loro creatività congiunta è nato questo nuovo romanzo edito da Salani.

 
LA FATICA DI CRESCERE – Il libro, come il film, si propone di trattare con freschezza e sensibilità la delicata tematica del passaggio dall’adolescenza all’età adultà. Il linguaggio scelto dagli autori per rappresentare la complessità dell’argomento con un tocco leggero e vivace è quello della narrativa fantastica, legata in particolare al mondo del fumetto e al suo filone supereroistico. “In adolescenza tutti dobbiamo fare una scelta – afferma il regista Salvatores – diventare un adulto o decidere di essere un supereroe.” Questa è la decisione alla quale non potrà sottrarsi Michele, tredicenne protagonista di un romanzo avvincente e profondo: ironia e fantasia sono i due superpoteri col quale Fabbri, Rampoldi e Sardo raccontano i limiti e la bellezza dell’adolescenza. Al lettore il compito di cogliere il segreto per crescere e diventare adulti senza rinunciare alla fantasia, al sogno e all’immaginazione.

 
SUPERPOTERI – “Il ragazzo invisibile” mette in mostra in un mondo in cui elemento fantastico e realtà si compenetrano: Michele è un adolescente introverso, preso di mira dai compagni e ignorato dalla ragazza di cui si è innamorato. Per il mondo esterno sembra essere completamente invisibile, e l’unica reazione che è in grado di opporre agli eventi è l’isolamento: il suo rifugio è l’intimità della sua camera, la sua salvezza l’immersione nella lettura dei supereroi dei fumetti, gli unici amici a lui veramente cari. Poi un giorno inaspettatamente accade l’imprevisto e un superpotere scombussola la sua esistenza. Guardandosi allo specchio Michele scopre di essere invisibile. È solo l’inizio della sua incredibile avventura.
 

IL FILMIl ragazzo invisibile, prodotto da Indigo Film e Rai Cinema, uscito ieri in oltre 400 sale in tutta Italia, è stato preceduto da un intensissimo tour di presentazione nelle principali città italiane con Gabriele Salvatores, gli autori del romanzo e sceneggiatori e agli attori, riscuotendo un eccezionale successo. In particolare i 500 studenti romani che hanno visto in anteprima il film lo hanno accolto con straordinario entusiasmo.

 

19 dicembre 2014

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti