CULTURA - La tv di qualità

Cultura in tv, cosa guardare il 4 marzo in televisione legato ad arte e letteratura

Con la nostra rubrica giornaliera, vi proponiamo i programmi e le rubriche televisive più interessanti contenute all’interno dei palinsesti tv e che riguardano approfondimenti legati al mondo dei libri, dell’arte e della fotografia...

MILANO – Con la nostra rubrica giornaliera, vi proponiamo i programmi e le rubriche televisive più interessanti contenute all’interno dei palinsesti tv e che riguardano approfondimenti legati al mondo dei libri, dell’arte e della fotografia. Vi segnaliamo gli appuntamenti odierni da non perdere.

 
DIETRO L’ARTISTA: PICASSO – Questa mattina su Sky Arte HD alle ore 11.00 andrà in onda uno speciale dedicato al grande artista spagnolo. Pablo Picasso, un sinonimo di genio artistico che ha rivoluzionato l’arte del XX secolo. Chi erano e cosa facevano gli artisti prima di dedicarsi completamente all’arte che li ha resi celebri? Scopriamo i retroscena delle loro vite. Conosciamo meglio Picasso e le esperienze che lo hanno portato a realizzare le sue migliori tele.

 
I PREDATORI DELL’ARTE PERDUTA: SPECIALE VAN GOGH – Su Sky Arte HD alle 19.00, non perdetevi l’appuntamento con i capolavori del grande Vincent. Alcuni dei più grandi capolavori dell’arte sono scomparsi misteriosamente senza lasciare alcuna traccia. Attraverso minuziose ricostruzioni e l’aiuto dei più illustri esperti scopriremo i segreti di queste opere. In questa puntata andremo alla scoperta di Van Gogh, autore di oltre 964 tele. Ci saranno altri tesori da scoprire?

 
MICHELANGELO SCONOSCIUTO: SPECIALE CAPPELLA PAOLINA – Alle 21.15 si Rai 5 non perdetevi lo speciale dedicato ad uno dei capolavori di Michelangelo: gli affreschi della Cappella Paolina. Gli ultimi dipinti di Michelangelo realizzati nella Cappella Paolina del Vaticano sono al centro del documentario ‘Michelangelo sconosciuto’. Si tratta degli affreschi dipinti dall’artista nella Cappella Paolina, attigua alla Sistina, ma fuori dal circuito dei Musei Vaticani e non accessibile al pubblico. La Paolina, cappella ‘parva’ dei Palazzi Apostolici, è luogo di culto riservato al Papa e alla famiglia pontificia, che il Direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci porta alla scoperta del grande pubblico. Sei metri e sessanta per sei e venticinque è la misura dei due ‘quadroni’ dipinti ad affresco da Michelangelo. Un’impresa ‘sofferta’ per il Maestro del Rinascimento italiano iniziata all’età di 67 anni e conclusa a 75 compiuti: ‘La pittura e massimamente il lavorare in fresco – confidò infatti a Giorgio Vasari – non è arte da vecchi’. ‘Michelangelo sconosciuto’ racconta infine il rapporto dell’artista con due figure centrali della sua vita in quegli anni: il Papa, Paolo III Farnese, che salirà sui ponteggi della Paolina poche settimane prima di morire e non farà in tempo a vedere l’opera completa; e Vittoria Colonna, ‘l’honesto e dolcissimo amore’ con cui Michelangelo condivise le speranze di un rinnovamento della chiesa, l’amica e la confidente spirituale alla quale dedicò versi e disegni, tra i quali il celebre Crocifisso con due angeli dolenti, oggi a Londra.

 
4 marzo 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti