ARTE - La settimana milanese dell'Arte Contemporanea

Al via domani Brerart, la settimana milanese dell’arte contemporanea

Al via domani fino al 25 ottobre la seconda edizione di Brerart, network e mostra d'arte contemporanea diffusa, dove gli ''stand'' sono le gallerie d'arte, gli showroom, i palazzi storici e le fondazioni, situati nel distretto di Brera e nel centro di Milano...

Tra i quartieri più antichi di Milano è impossibile non citare Brera, famoso per essere la sede dell’Accademia, della Pinacoteca e di alcuni bar storici da sempre punto di ritrovo per artisti e letterati. Ma forte è anche l’interesse per l’arte contemporanea, essendo questa zona di Milano particolarmente ricca di gallerie. E infatti domani comincia Brerart, la Contemporary Art Week di Milano

MILANO – Al via domani fino al 25 ottobre la seconda edizione di Brerart, network e mostra d’arte contemporanea diffusa, dove gli ”stand” sono le gallerie d’arte, gli showroom, i palazzi storici e le fondazioni, situati nel distretto di Brera e nel centro di Milano. Brerart promuove l’Arte visiva del XX e XXI secolo, compresi quadri, sculture, installazioni, video, multipli, stampe e performance dal vivo. Nel 2013 l’iniziativa ha coinvolto 95 tra musei, istituzioni pubbliche e private, fondazioni e associazioni culturali, gallerie, palazzi storici, showroom e luoghi di Brera e di Milano, oltre a 464 artisti italiani e internazionali.

I TEMI – Brerart si rivolge principalmente ad un pubblico di “addetti ai lavori”, cioè collezionisti internazionali, artisti, direttori e curatori di musei ma anche appassionati di arte contemporanea in genere, attratti dal ricco programma di eventi e mostre. Tra le iniziative più interessanti, in programma anche per il prossimo anno, segnaliamo “Nutrire il Pensiero. Sinestesie tra Arte e Cibo”, un percorso visivo che mette in relazione la pubblicità e il mondo agro alimentare con l’arte. Grande protagonista di questa edizione, sarà la street art, con il maxi progetto CURA che contiene Breakout e Memory, il muro dedicato alla memoria di coloro che hanno sacrificato la vita alla lotta di tutte le mafie; ma anche Open the Cages, il progetto in collaborazione con la sede milanese del WWF, che unisce Urban Art e sensibilizzazione animalista; così come Still Alive, dedicato al rapporto tra arte e natura, tra paesaggio e arte urbana.

21 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti