Ultimo weekend a Milano con la fotografia di Robert Doisneau

Ultimo weekend per visitare la mostra ''Robert Doisneau. Paris en liberté'', in corso fino a domenica 5 maggio allo Spazio Oberdan di Milano...
Domenica sarà l’ultimo giorno per visitare la mostra “Robert Doisneau. Paris en liberté”, che si chiude con un grande successo di pubblico. 35 mila sono stati a oggi i visitatori

MILANO – Ultimo weekend per visitare la mostra “Robert Doisneau. Paris en liberté”, in corso fino a domenica 5 maggio allo Spazio Oberdan di Milano. L’esposizione, dedicata a uno dei più grandi fotografi francesi e al suo rapporto con la città di Parigi, che Doisneau ha amato e immortalato con il suo obiettivo, ha avuto un grandissimo successo.

L’APPREZZAMENTO DEL PUBBLICO – Grande è stata la risposta del pubblico: 35 mila persone in poco più di due mesi di programmazione hanno ammirato le oltre 200 fotografie originali, scattate da Doisneau nella Ville Lumière tra il 1934 e il 1991.

IL RICHIAMO INESAURIBILE DELLA BELLEZZA – “Il grande successo della mostra di Robert Doisneau dimostra soprattutto una cosa – osserva il Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano, Novo Umberto Maerna – ossia che è ancora possibile unire, virtuosamente, una proposta culturale ed artistica di grande qualità con la risposta entusiasta del pubblico, in termini numerici e di apprezzamento. La qualità, insomma, ripaga degli sforzi sostenuti per ricercarla. La cultura genera interesse, riflessione, favorisce la circolazione del pensiero. Le bellissime fotografie di Doisneau, – conclude il Vice Presidente – così apprezzate da decine di migliaia di milanesi, dimostrano ancora una volta che la bellezza, l’elemento principale di queste foto, che declinano nel migliore dei modi l’arte visiva, ha un richiamo ed un potere che non si esauriranno mai”.  

L’IMMAGINE DELLA PARIGI PIÙ VERA – Il percorso espositivo, organizzato per aree tematiche, ripercorre i soggetti a lui più cari, e conduce il visitatore in un’emozionante passeggiata nei giardini di Parigi, lungo la Senna, per le strade del centro e della periferia, e poi nei bistrot, negli atelier di moda e nelle gallerie d’arte della capitale francese. I soggetti prediletti delle sue fotografie in bianco e nero sono infatti i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere questa città senza tempo. Quella che Doisneau ha tramandato ai posteri è l’immagine della Parigi più vera, ormai scomparsa e fissata solo nell’immaginario collettivo; è quella dei bistrot, dei clochard, delle antiche professioni; quella dei mercati di Les Halles, dei caffè esistenzialisti di Saint Germain des Prés, punto d’incontro per intellettuali, artisti, musicisti, attori. In mostra, si possono ammirare alcuni dei suoi capolavori più famosi, tra cui il “Bacio dell’Hotel de Ville”, divenuta l’icona più riconoscibile della sua arte. 

4 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti