Sei qui: Home » Fotografia » Tra presente e passato, dalla memoria all’identità: IERI OGGI MILANO

Tra presente e passato, dalla memoria all’identità: IERI OGGI MILANO

Ha riscosso grandi entusiasmi IERI OGGI MILANO, la mostra sulla città allestita presso lo Spazio Oberdan: 170 immagini provenienti da 13 fondi fotografici del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinesello Balsamo, 28 grandi artisti, un viaggio dalla Milano del Dopoguerra a oggi...

Una riflessione sulla storia e il futuro della città attraverso le immagini del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinesello Balsamo

 

MILANO – Grande successo di pubblico per IERI OGGI MILANO, la mostra dedicata al capoluogo lombardo allestita dal 16 maggio presso lo Spazio Oberdan. Il progetto di questa mostra – cui hanno collaborato con grande sinergia importanti istituzioni del nostro territorio, il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinesello Balsamo, Provincia di Milano e Regione Lombardia – è stato concepito in affiancamento a un altro importante evento per il mondo della fotografia: MIA Fair, la fiera italiana d’arte dedicata alla fotografia che si svolge a Milano e che quest’anno ha avuto luogo tra il 4 e il 6 maggio.

 

fedeIL CATALOGO DELLA MOSTRA – Per quasi un mese i visitatori si sono potuto godere uno straordinario repertorio: un viaggio nella storia di Milano dal Dopoguerra a oggi attraverso 170 fotografie provenienti dalle collezioni del Museo, scelte da 13 diversi fondi fotografici. Il catalogo degli artisti comprende 28 nomi di grande prestigio, italiani e internazionali, tra cui Marina Ballo Charmet, Gabriele Basilico, Carla Cerati, John Davies, Peter Fischli & David Weiss, Mimmo Jodice, Francesco Radino e molti altri.

 

LUOGO DI IDENTITÀ E MEMORIA – La dialettica tra nuovo e vecchio è messa in evidenza dall’organizzazione degli spazi espositivi. Nel salone principale sono presentate le fotografie più recenti, datate dal 1980 fino ai giorni nostri, nelle sale successive quelle più antiche colori e in grandi formati. Si passa così dai colori al bianco e nero, dai grandi formati ai formati “storici”, dalla Milano della postmodernità a quella operaia. Come sottolineato da Novo Umberto Maerna, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano, le immagini si propongono così come sollecitazione visiva a una riflessione sulla nostra stessa identità, che deve necessariamente definirsi nel presente attraverso un dialogo con la memoria passata.

 

thoLA METROPOLI E IL SUO TERRITORIO – La mostra è anche un’occasione di valorizzazione dello straordinario patrimonio del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinesello Balsamo, che alla città di Milano e al territorio circostante ha sempre rivolto una particolare attenzione. Ne è molto soddisfatto Daniele Gasparini, sindaco di Cinesello Balsamo, che ha presentato IERI OGGI MILANO come risultato di una piena e rinnovata collaborazione tra il suo Comune e la Provincia di Milano: un passo emblematico di quel cammino, che il capoluogo sta compiendo, verso la sua trasformazione in una grande metropoli europea, attenta ai centri che da lei dipendono e con lei interagiscono.

 

9 giugno 2012

© Riproduzione Riservata