”The Artist’s Eye”, gli artisti dietro e davanti all’occhio della macchina fotografica

Ritratto d'artista, autoritratto e performance. Queste le tre chiavi di lettura dell'evento che mette a fuoco, con una attenzione particolare, importanti eventi artistici di cui furono interpreti diversi autori italiani nel corso degli anni Sessanta e Settanta. Inaugura domani alla Glucksman Gallery University College di Cork...
Dal 28 al 7 luglio 2013 allestita alla Lewis Glucksman di Cork un’esposizione fotografica che inaugura un progetto di scambio culturale tra la Galleria Civica di Modena e il museo irlandese

MILANO – Ritratto d’artista, autoritratto e performance. Queste le tre chiavi di lettura dell’evento che mette a fuoco, con una attenzione particolare, importanti eventi artistici di cui furono interpreti diversi autori italiani nel corso degli anni Sessanta e Settanta. Inaugura domani alla Glucksman Gallery University College di Cork in Irlanda la mostra “The Artist’s Eye” che presenta ottanta opere selezionate dalla Raccolta di Fotografia della Galleria Civica di Modena ed è curata dai direttori delle due istituzioni museali: Fiona Kearney e Marco Pierini. La mostra sarà allestita fino al 7 luglio 2013. Si tratta del primo step di un importante scambio culturale con il museo che ha sede presso l’università di Cork, una collaborazione internazionale che porterà da giugno a settembre alla Palazzina dei Giardini di Modena la mostra “Island. New Art from Ireland”.
 
L’ESPOSIZIONE – Max Ernst seduto nel suo studio di New York, con il viso avvolto dal fumo di sigaretta, o Pablo Picasso sdraiato in riva al mare, in posa declamatoria; ma anche Jannis Kounellis a cavallo all’interno della Galleria L’Attico di Roma, o Joseph Beuys, vestito e col cappello di feltro, che emerge dalle acque di una palude, fino a John Lennon immortalato nudo, abbracciato a Yoko Ono, poche ore prima della sua morte. Questi e molti altri personaggi dell’arte contemporanea saranno protagonisti di un allestimento che presenta scatti realizzati dai più grandi maestri della Fotografia italiani e stranieri, confluiti nella collezione permanente del museo modenese.

I PRINCIPALI SOGGETTI IMMORTALATI
– Tra i protagonisti ritratti Laurie Anderson, Peter Blake, Alighiero Boetti, John Cage, Salvador Dalì, Max Ernst, Jannis Kounellis, Piero Manzoni, Mario Merz, Luigi Ontani, Pino Pascali, Pablo Picasso, Robert Rauschenberg, Anton Räderscheidt, Andy Warhol, Bob Wilson, fotografati da autori come Claudio Abate, Lucien Clergue, Giorgio Colombo, Robert Doisneau, Carlo Fei, Franco Fontana, Gianfranco Gorgoni, Annie Leibovitz, Silvia Lelli, Uliano Lucas, Roberto Masotti, Arnold Newman, Paolo Pellion di Persano, Roger Pic, August Sander, Alberto Schommer, Paolo Terzi. Alcuni ritratti – come ad esempio quello di Peter Blake – hanno un legame diretto con la storia della Galleria civica poiché sono stati realizzati durante le fasi dell’allestimento delle mostre, oppure, ed è il caso dei ritratti di John Cage e Robert Rauschenberg eseguiti da Roberto Masotti, di Shirin Neshat e Luigi Ontani dovuti a Carlo Fei, di Laurie Anderson e Vito Acconci scattati da Silvia Lelli, sono confluiti in collezione in occasione di mostre e allestimenti di opere della raccolta. Tra le opere selezionate vi sono anche scatti familiari al grande pubblico, ormai entrati nell’immaginario popolare ma la cui appartenenza alla raccolta della Galleria è ancora poco nota. Tra queste spicca il già ricordato ritratto di Yoko Ono e John Lennon scattato da Annie Leibovitz nel 1980 e il famoso scatto di August Sander del 1927 che ritrae il pittore tedesco Anton Räderscheidt, entrato ormai nella storia della Fotografia.

LA GALLERIA CIVICA E IL SUO PATRIMONIO – La Galleria Civica di Modena dal 1959 è uno dei centri di produzione culturale più autorevoli nel panorama nazionale. Organizza mostre temporanee d’arte contemporanea e di fotografia, oltre a cicli di conferenze, dibattiti, giornate di studio, occasioni di incontro e confronto intorno a temi e protagonisti dell’arte del nostro secolo. In circa vent’anni di attenta e mirata attività ha dato vita a due importanti e oggi ricchissime collezioni: la Raccolta del Disegno, che conta quasi 5000 opere su carta di alcuni tra i maggiori rappresentanti dell’arte italiana del Novecento e la Raccolta della Fotografia, costituita da oltre 4000 immagini dei fotografi più accreditati nel panorama internazionale.

LA PROSSIMA MOSTRA – A Modena sarà inaugurata alla Palazzina dei Giardini il 20 giugno alle 18.30 la mostra “Island. New Art from Ireland” curata dalla direttrice della Lewis Gluckmans Gallery Fiona Kearney e finanziata con un contributo di Culture Ireland. Tra gli artisti chiamati a indagare il tema dell’isola, con particolare riferimento all’Irlanda, si ricordano Mark Garry, Martin Healy, Niamh McCann, Mairead O’hEocha, Niamh O’Malley.

27 marzo 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti