Fotoreportage

”Posso farle una foto?” il maestro del fotoreportage, Mario Dondero in mostra a Milano

Oggi pomeriggio il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci ospita una lecture di Mario Dondero, leggenda vivente del fotoreportage che ci introdurrà al racconto della sua vita...

Oggi pomeriggio Mario Dondero, leggenda vivente del fotoreportage si racconta in una lecture presso il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, in concomitanza della mostra allestita presso CorsoMagenta10 che raccoglie una quindicina di suoi ritratti insieme agli scatti di altri fotografi, tra cui Giuseppe Di Piazza, Simone Lonati o ZEPstudio

MILANO – Oggi pomeriggio il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci ospita una lecture di Mario Dondero, leggenda vivente del fotoreportage che ci introdurrà al racconto della sua vita, partendo dalla frase ”Volevo fare il marinaio e sono diventato fotografo”. Dondero si racconta a parole e per immagini, poiché in questi giorni è in corso anche una sua mostra allo spazio CorsoMagenta10.

LA MOSTRA – “Posso farle una foto?” è il nuovo progetto di CorsoMagenta10 dedicato alla fotografia, curato da Adelaide Corbetta e inserito nel calendario di Photo Festival 2014. La mostra raccoglie 17 ritratti di Mario Dondero insieme a una selezione di opere di altri fotografi, tra cui Giuseppe Di Piazza e ZEPstudio solo per citarne alcuni. Sue sono le fotografie che abbiamo in mente di un determinato periodo, di un determinato personaggio, come ad esempio la Parigi di Sartre, la Roma di Elsa Morante e Moravia, Milano con Mulas, fino alla Cambogia dei Khmer rossi, la Grecia dei colonnelli, Franco e la Spagna, passando per Beckett, Bacon, Pasolini, Giacometti a Venezia, Man Ray e molto altro. Dondero non ha mai smesso di credere nella forza esplorativa dell’immagine, nella generosità della ricerca e in Robert Capa come a un maestro e che l’ironia sia la migliore delle compagnie. È stato chiamato in moltissimi modi ma quando si presenta dice sempre: ‘mi chiamo Mario Dondero, sono un fotoreporter’.

BIOGRAFIA – Classe 1928 di origini genovesi, Mario Dondero è una delle più originali figure del fotogiornalismo contemporaneo. Giovanissimo partigiano nella Val d’Ossola, si è accostato molto presto al giornalismo, prima scritto poi fotografico, iniziando a collaborare nei primi anni Cinquanta a ‘L’Avanti’, ‘L’Unità’, ‘Milano Sera’, ‘Le Ore’. Legato al cosiddetto gruppo dei ‘Giamaicani’, ovvero i frequentatori del Bar Jamaica a Milano (tra cui vi era anche Ugo Mulas), nel 1955 si sposta a Parigi dove collabora con ‘L’Espresso’, ‘L’Illustrazione Italiana’, ‘Le Monde’, ‘Le Nouvel Observateur’ e ”Regards”, la leggendaria rivista comunista che pubblicò fra le prime le fotografie di Robert Capa e Gerda Taro sulla guerra di Spagna.

CORSOMAGENTA10 – CorsoMagenta10 per l’Arte è nato con l’intento di promuovere, attraverso alcuni appuntamenti d’arte contemporanea, l’attività di Bambini Cardiopatici nel Mondo AICI Onlus. Dopo una serie di opere ‘ospiti particolari’ dello spazio, si sono susseguite le mostre di Vittorio Pescatori con testi di Alda Merini; Lia Pasqualino con testi di Ferdinando Scianna; Velasco Vitali con Michele Mari; Morgana Orsetta Ghini con Dario Vergassola; Vincino con Oscar Giannino; Adriana Albertini con Caroline Patey, Chiara Spangaro e Cristiana Capotondi; Art for Kids una collezione d’arte possibile. L’ultimo progetto realizzato, intitolato Pepperinge Eye, ha visto protagoniste Chiara Briganti e Marirosa Toscani Ballo. Tutti i proventi derivanti dal progetto CorsoMagenta10 sono devoluti in beneficenza a favore dell’Associazione.

18 giugno 2014


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti