Milano incontra la Grecia attraverso gli scatti di Barbara Molteni Zanessis

Palazzo Morando Costume Moda Immagine presenta fino al 29 maggio la mostra fotografica ''Barbara Molteni Zanessis. Milos isole interiori'' a cura di Philippe Daverio. In esposizione scatti dell'artista realizzati a Milos dal 2010 al 2013. Le immagini raccontano le bellezze naturali dell'isola greca nel cuore delle Cicladi ...
In mostra a Palazzo Morando fino al 29 maggio “Barbara Molteni Zanessis. Milos isole interiori”, esposizione a cura di Philippe Daverio
 
MILANO – Palazzo Morando Costume Moda Immagine presenta fino al 29 maggio la mostra fotografica “Barbara Molteni Zanessis. Milos isole interiori” a cura di Philippe Daverio. In esposizione scatti dell’artista realizzati a Milos dal 2010 al 2013. Le immagini raccontano le bellezze naturali dell’isola greca nel cuore delle Cicladi, dove vive da oltre vent’anni.
 
LA FOTOGRAFA – Barbara Molteni Zanessis nasce a Como nel 1959.Da sempre amante della fotografia, parallelamente agli studi di architettura inizia il suo percorso artistico. Dopo la laurea a Venezia, nel 1984 si trasferisce prima ad Atene e in seguito a Milos, isola delle Cicladi dove vive attualmente. In Grecia, oltre alla passione per la fotografia, si dedica alla libera professione: insieme al marito architetto progetta edifici residenziali, pubblici, strutture alberghiere e musei. La passione per la fotografia e la professione di architetto continuano a far parte della sua evoluzione, si concentra soprattutto sullo studio degli effetti della luce sui volumi e sulla ricerca sui colori, fondamentali in entrambe le discipline.La ricerca fotografica di Barbara Molteni Zanessis col tempo raggiunge un approfondimento artistico sempre più originale che la porta a realizzare diverse mostre personali.Nei lavori dell’ultimo biennio enfatizza la ricerca di suggestioni attraverso l’utilizzo di avanzate tecniche di elaborazione digitale.
 
LA POETICA DELL’ARTISTA – Barbara Molteni Zanessis è attenta ad ogni aspetto visivo ed emozionale che trasmette tramite un linguaggio fotografico diretto, raccontando le proprie sensazioni di fronte alla natura incontaminata e agli aspetti paesaggistici del territorio. Nel lavoro di Barbara Molteni Zanessis, scrive Daverio, “…la natura si fa fonte d’ispirazione per un gioco che è intimamente profondo e poetico, dove le forme rimangono intatte ma la loro definizione, la loro inquadratura, la loro luce diventano evocazioni d’una altra dimensione del vedere, astratta nel modo più etimologico possibile, cioè levata dalla normalità e elevata nell’etere sublime dell’evocazione”. 
 
LA MOSTRA – La rassegna crea un dialogo tra la Grecia e l’Italia ed è frutto di un progetto che si avvale della collaborazione con il Comune di Milano – Cultura e il Comune di Milos e dei patrocini del Consolato Greco, dell’Ente del Turismo Greco e della Comunità Ellenica.Nel percorso espositivo si incontrano diversi temi cari all’artista: Giganti rossi, I colori del vulcano, I Luoghi, La forma della lava, La pelle sensibile delle scogliere, Le tracce dell’uomo e Sentinelle silenziose. In essi sono riassunti gli aspetti sui quali l’artista indaga maggiormente, ovvero i giochi di luce, i tagli prospettici, la terra policroma del vulcano, le trame variegate delle rocce, le inconsuete forme delle scogliere e il rapporto uomo-ambiente. Una particolare attenzione è rivolta alle forme – che si combinano in composizioni di equilibri e simmetrie – e al colore, esaltato nei toni accesi e nei contrasti dei rossi, degli ocra e dei grigi. Accanto alla spiccata vena naturalistica, emerge un’approfondita ricerca del dettaglio che conduce alla realizzazione di scatti dal sapore astratto di forte impatto emotivo. I paesaggi e gli elementi della natura evocano talvolta sembianze animali, antropomorfe, oniriche che legano la realtà a dimensioni fantastiche.
 
MILANO INCONTRA LA GRECIA – L’evento, di alto profilo artistico e culturale, fa parte della sesta edizione del festival Milano incontra la Grecia, una manifestazione di respiro europeo, che ha lo scopo di promuovere la cultura Greca oltre i confini nazionali, organizzata dalla piattaforma Satellart-transmitting Greece e realizzata in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano. L’esposizione è inoltre inserita nel circuito espositivo del PhotoFestival 2013, che per più di un mese coinvolgerà gallerie d’arte e spazi espositivi di Milano, attraverso un percorso di mostre fotografiche personali e collettive, di autori affermati e di talenti emergenti, senza dimenticare la ricerca e il reportage. 
 
27 aprile 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 

© Riproduzione Riservata
Commenti