Michael Ackerman, il maestro dello sfocato, arriva a Milano

Inaugura stasera la personale di Michael Ackerman, in collaborazione con la Galerie VU' di Parigi, MiCamera e SpazioLabò di Bologna. Michael lavora unicamente col bianco e nero, creando enigmatiche visioni piene di significato...

Alla mc2 Gallery di Milano inaugura oggi la mostra di Ackerman, fotografo di fama internazionale, il Maestro dello sfuocato

MILANO – Inaugura stasera la personale di Michael Ackerman, in collaborazione con la Galerie VU’ di Parigi, MiCamera e SpazioLabò di Bologna. Michael lavora unicamente col bianco e nero, creando enigmatiche visioni piene di significato. Il suo tratto distintivo sono le immagini blurred, termine generico che significa nebuloso, o confuso, e che in fotografia racchiude sia lo sfuocato sia il mosso.

LA MOSTRA – La personale raccoglie le immagini più significative dell’artista, quelle in cui sono più evidenti le sue angosce e i suoi dubbi. In occasione della mostra, nei giorni a seguire, ci saranno un booksigning da MiCamera a Milano e un Workshop con l’artista da SpazioLabò a Bologna. Visioni livide e impetuose di quello che non possiamo o vogliamo mettere a fuoco, passioni, emozioni e ossessioni che diventano un viaggio quasi introspettivo a caccia dei demoni personali dell’artista. Uomini, donne, bambini, frammenti di città e ricordi che emergono dal mondo sfocato di Ackerman come fossero fantasmi.

Cerco di sfuggire alle trappole della realtà, conservando però un legame con il reale. Perché le immagini non sono invenzioni ma punti di incontro. – Michael Ackerman

BIOGRAFIA – Michael Ackerman è nato a Tel Aviv il 3 settembre 1967. Nel 1974 emigra a New York. Tra il 1993 e il 1997 viaggia spesso in India e le fotografie qui scattate sono oggetto del suo primo libro “End Time City” (Edition Delpire,1999), che ottiene il Prix Nadar nel 1999. Dal 1997 entra a far parte dell’Agenzia e Galleria VU’ di Parigi, che lo rappresenta attualmente. Sin dalla sua prima esibizione nel 1999 è chiaro che l’approccio alla fotografia di Michael Ackerman è nuovo, radicale e unico. Nel 1998 gli viene conferito il prestigioso Infinity Award for Young Photographer dell’International Center of Photography di New York. Da allora ha esposto in numerose città sia in Europa che negli Stati Uniti. Le sue fotografie fanno parte di importanti collezioni a livello internazionale. Negli ultimi anni Ackerman ha insegnato workshops e masterclasses all’ICP di New York, alla Neue Schule Fur Fotografie a Berlino e in varie altre scuole e istituzioni nel mondo. Il suo ultimo libro “Half Life ” è stato pubblicato nel 2010 da Robert Delpire ed è disponibile in galleria e da MiCamera su prenotazione.

27 maggio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti