FOTOGRAFIA - Il 2014 per immagini

Le migliori foto del 2014 secondo l’agenzia Reuters

Allo scadere di questo 2014 ecco che sul web impazzano classifiche su ogni argomento possibile. E anche noi di Libreriamo non siamo da meno... Nei giorni che ci separano dal 2015 vi proporremo infatti le migliori foto selezionate...

Con sede a Londra, la Reuters è un’agenzia di stampa britannica, tra le più note e vaste al mondo. E come ogni anno, ha stilato la sua personale classifica delle ”Best Photos of the Years 2014”, le migliori foto dell’anno 2014

MILANO – Allo scadere di questo 2014 ecco che sul web impazzano classifiche su ogni argomento possibile. E anche noi di Libreriamo non siamo da meno… Nei giorni che ci separano dal 2015 vi proporremo infatti le migliori foto selezionate dalle principali agenzia di stampa, per ricordare l’anno appena trascorso. Cominciamo oggi con la britannica Reuters facendo un’ulteriore selezione e proponendovi i 10 scatti più significativi.

L’immagine ritrae un uomo con il volto coperto di latte e acqua subito dopo esser stato colpito dallo sparay al pepperoncino lanciatogli dalla polizia durante gli scontri armati del 20 agosto 2014. Ferguson, il sobborgo di St.Louis, in Missouri, è stato teatro di numerosi scontri dopo l’uccisione del giovane diciottenne nero Michael Brown.

( © REUTERS/Adrees Latif)

Questo scatto descrive il coraggio e la resistenza tipica degli americani, anche di fronte alle tragedie come ad esempio il disastro provocato dal tornado nella cittadina di Vilonia, una delle più colpite nell’Arkansas. Una bandiera dell’America campeggia infatti all’interno di un’auto vintage in cima a un cumulo di macerie, presumibilmente di una casa. Il proprietario dell’auto, Dan Wasson, è morto a causa del tornado insieme a sua moglie e alle sue figlie in quello stesso aprile del 2014.

( © REUTERS/Carlo Allegri)

L’esplosione di un’auto-bomba a Baghdad in Iraq, ad opera di Asaib Ahl Haq (League of the Righteous) un gruppo militante che per introdurre allo stadio il proprio candidato alle elezioni, ha fatto esplodere un veicolo nei pressi di un checkpoint. Lo scatto risale al 25 aprile 2014, nel pieno degli scontri in occasione delle elezioni nazionali legislative irachene.

( © REUTERS/Thaier al-Sudani)

Una barricata incendiata di bus e auto dietro cui si nasconde un gruppo di manifestanti a favore dell’indipendenza dell’Ucraina dalla Russia. Siamo in pieno inverno e la polizia, per diffondere i contestatori, utilizza getti di acqua gelata. L’immagine è stata scattata il 23 gennaio 2014 a Kiev, capitale dell’Ucraina.

( © REUTERS/Vasily Fedosenko)

Case distrutte nella zona nord della striscia di Gaza, a Beit Hanoun. Lo scatto risale al 7 settembre 2014 e grazie alla fortunata coincidenza di luci ed ombre, l’uomo in moto tra le rovine della città è probabilmente il vero protagonista dell’immagine.

( © REUTERS/Mohammed Salem)

Giochi di luce alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Sochi, in Russia, avvenuta il 7 febbraio 2014. L’immagine è stata scattata un attimo prima che l’ultimo cerchio si formasse. In realtà quell’ultimo anello non si è mai formato, e probabilmente questa è l’immagine più emblematica di tutti i giochi olimpici.

( © REUTERS/David Gray)

Tra gli spettatori del campionati di curling Tim Hortons Brier ci sono due personaggi un po’ speciali: due suore, immortalate mentre bevono all’unisono la propria birra. La fotografia risale all’8 marzo 2014 ed è stata scattata a Kamloops, nella Columbia Britannica, in Canada.

( © REUTERS/Ben Nelms)

L’immagine ritrae un fedele indù mentre tenta di spostare la schiuma delle inquinatissime acque del fiume Yamuna, a New Delhi. L’uomo lotta contro la schiuma cercando di fare spazio sufficiente alle donne che devono completare i rituali prima dell’alba. Lo scatto risale al 30 ottobre 2014 durante le celebrazioni del  festival Chatt Puja, festa indù nata per adorare il dio del Sole  Surya.

( © REUTERS/Ahmad Masood)

L’immagine è stata scattata il 27 settembre 2014 a Suruc, in Turchia, solitamente crocevia affollatissimo lungo la frontiera turco-siriana ma in quel giorno, luogo deserto e desolato. In mezzo alla foto, campeggia una culla per bambini, oggetto che molti di noi reputerebbero indispensabile ma che, in una situazione del genere, può diventare superfluo.

( © REUTERS/Murad Sezer)

Tra tante scene di guerra e disperazione, l’ultima immagine della nostra classifica va alle Cascate del Niagara, immortalate in tutta la loro bellezza ghiacciata l’8 gennaio 2014, dal lato americano dell’Ontario.

( © REUTERS/Aaron Harris)

29 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti