FOTOGRAFIA - Addio a René Burri, fotografo della Magnum

Le 10 fotografie più celebri di René Burri

Per omaggiare e celebrare uno dei grandi fotografi del nostro tempo, René Burri, abbiamo scelto di parlarvi di alcuni dei suoi scatti più celebri, come ad esempio i ritratti a Picasso, Giacometti e Le Corbusier...

Tra i volti storici della celebre agenzia Magnum, in cui entrò a far parte nel 1955, dopo aver lavorato come documentarista durante il servizio militare, c’è sicuramente René Burri, salito agli onori della cronaca dopo che il magazine Life pubblicò uno dei suoi primi reportage sui bambini sordo-muti dal titolo ”Touch of Music for the Deaf”

MILANO – Per omaggiare e celebrare uno dei grandi fotografi del nostro tempo, René Burri, abbiamo scelto di parlarvi di alcuni dei suoi scatti più celebri, come ad esempio i ritratti a Picasso, Giacometti e Le Corbusier. Probabilmente però l’immagine che davvero ha fatto il giro del mondo col suo nome è il ritratto col sigaro di Ernesto Che Guevara, scattato a Cuba nel 1963, durante una conferenza stampa. Per ammirare le sue dieci immagini più famose, rimandiamo alla nostra pagina facebook di Fotografiamo

LO STILE – La poetica di Burri è racchiusa in una frase che lui stesso ha pronunciato: ”Non ho mai pensato di voler diventare fotografo”. A partire da questa consapevolezza, di volta in volta Burri ha saputo cogliere la potenza del particolare, uno sguardo, un gesto, rimettendo ai posteri l’eternità dello scatto, immortalato quasi per caso.

IL CHE – La serie di ritratti a Ernesto Che Guevara vengono scattati nel gennaio del 1963 all’Havana, Cuba. René Burri si trova là insieme alla reporter americana Berguist della rivista Look, che segue in prima linea la rivoluzione castrista. E come ben sappiamo, il personaggio chiave di quella rivoluzione fu Che Guevara. Burri lo fotografa mentre scrive, mentre beve il caffè, e anche mentre fuma il sigaro. Sarà quella foto a fare il giro del mondo, diventando uno degli emblemi della rivolta studentesca.

GLI ARTISTI – Altri celebri ritratti sono quelli scattati a Giacometti, Picasso e Le Corbusier. Burri ritrae Picasso nel 1957, nella sua casa sulla Costa Azzurra, Villa Californie, a tavola, coi nipotini, bellissimi scorci di vita quotidiana di una delle icone dell’arte del 900. Nel 1960 Burri fotografa Alberto Giacometti, svizzero come lui, mentre a occhi chiusi modella una delle sue celebri sculture. Risale invece ai primi anni ’60 il grande progetto dedicato all’architetto svizzero naturalizzato francese Le Corbusier, immortalato mentre lavora nel suo studio parigino del 16esimo arrondissement.

21 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti