I protagonisti di ComunicArte

La fotografia d’autore di Guido Harari e la streetphotography di Gianpiero Riva a ComunicArte

Continua fino al 23 maggio 2014 il progetto ''ComunicArte'', che si tiene in vari comuni del cuneese - Belvedere Langhe, Dogliani, Farigliano, Murazzano - e alla Fondazione Bottari Lattes di Monforte d'Alba...

Dalle foto d’autore di Guido Harari alla streetphotografy di Gianpiero Riva. Questi sono gli incontri di stasera proposti dal progetto ComunicArte

MILANO – Continua fino al 23 maggio 2014 il progetto ”Comunicarte”, che si tiene in vari comuni del cuneese – Belvedere Langhe, Dogliani, Farigliano, Murazzano – e alla Fondazione Bottari Lattes di Monforte d’Alba, dedicato ai giovani che vogliano imparare a comunicare le arti visive e la musica sul web o attraverso i social media, per apprendere linguaggi innovativi. Stasera, venerdì 9 maggio, due importanti appuntamenti.

WORKSHOP CON GIANPIERO RIVA – Instagram gli ha cambiato la vita. Da quanto nel 2011 si è iscritto al più importante social network fotografico, Gianpiero Riva non è più riuscito a stare senza il suo smartphone. La streetphotography è diventata la sua più grande passione e stasera, in occasione di ComunicArte, terrà un workshop gratuito proprio su questo argomento. “Fotografia smartphone: scatta elabora condividi”, un laboratorio per insegnare come è possibili scattare foto in alta qualità attraverso il semplice uso di un telefono. Gianpiero Riva sarà ospite stasera a Palazzo Tovegni a Murazzano

L’INCONTRO CON GUIDO HARARI – Grande ospite della serata, il fotografo e critico musicale Guido Harari che terrà la conferenza ‘Il ritratto come incontro”. Harari commenterà e proietterà alcuni dei suoi lavori più importanti. Sarà un autentico viaggio nel grande ritratto d’autore; un’immersione totale, attraverso la rivelazione di un linguaggio e di una materia, come la musica, da esplorare e approfondire. Proprio grazie alla scoperta del suo “occhio musicale”, Harari è stato capace di allargare il suo raggio d’azione verso il reportage, la foto di moda e il ritratto istituzionale, la pubblicità, saltando convenzioni e procedendo sul filo di rasoio tra invenzione e produzione.

L’OBIETTIVO – “La finalità dell’incontro – afferma lo stesso Harari – è una riflessione approfondita sulle motivazioni, sulla scelta di un particolare linguaggio e dunque di un particolare mondo espressivo, sul raccontare se stessi attraverso l’altro, sulla fotografia come qualità del tempo da condividere, sul vivere più vite in una, sul come conciliare ricerca creativa ed esigenze di mercato, sul dimenticare la tecnica e fare della fotografia una seconda natura, sull’improvvisazione come risorsa creativa, sulla tecnica asservita alla comunicazione”.

9 maggio 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti